Gimme Danger

La nostra recensione di Gimme Danger, il documentario sugli Stooges diretto da Jim Jarmush in sala per due giorni
Gimme Danger

Iggy Pop ha settant’anni ma ne dimostra venti di meno. Nonostante una vita d’eccessi, fatta di flaconi di metadone presi di nascosto per disintossicarsi e montagne russe nel luna park delle dipendenze, è ancora lucido nel raccontare la vita e la morte degli Stooges. Camicia sbottonata e sedie placcate d’oro sono i due ingredienti necessari per lanciarsi sul viale dei ricordi del rock, passando dagli esordi della band fino alle rotture, dal viaggio in Inghilterra alla corte di David Bowie fino al live al Coachella. Tutto all’insegna dell’amicizia, quella che unisce le band, quella che chi ha condiviso un palco riesce a capire, quella che compatta e che rende uniti nonostante tutto.

Ecco, Iggy e gli altri ne hanno passate tante, la storia degli Stooges non è quella della band che trova il successo e lo cavalca fino alla vecchiaia, ma è fatta di rotture e delusioni, reunion e lutti. È un racconto vero, che qui trova una consacrazione nella regia di Jim Jarmush, mai invasiva ma sempre geniale. Il rapporto d’amicizia che lega regista e protagonista emerge nella spontaneità delle parole regalate alla telecamera, confessioni pronunciate apertamente in un’intimità dolorosa che rende Gimme Danger un documento essenziale per tutti i fan degli Stooges capace però di parlare anche a chi non conosce la storia della band.

Gimme Danger
8
Gimme Danger
  • voto
    8
Categorie
NewsRecensioni
Francesco Martino

Scrivo di cinema e faccio le pubblicità.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua