5 storici aneddoti dal set di Harry Potter e la pietra filosofale

Il regista Chris Columbus ricorda alcuni particolari momenti durante le riprese del primo film della saga
5 aneddoti

Grazie al podcast Binge of Harry Potter, ideato da Entertainment Weekly, possiamo rivelare alcuni aneddoti dal set di Harry Potter e la pietra filosofale. Correva l’anno 2001 e il primo film della saga usciva nelle sale, diretto dal regista Chris Columbus. Proprio lui, infatti, ha ricordato 5 storie inedite dal backstage della fortunata pellicola. Un viaggio nel passato per chi, come noi, attende la letterina da Hogwarts. E abbiamo quasi trent’anni.

1. Pix, il poltergeist che non ce l’ha fatta

Pix (o Peeves nell’ultima versione) è un irriverente spiritello presente in tutti i romanzi, ma in nessuno dei film. “Abbiamo tagliato qualcosa perché la pellicola durava tre ore”, ha detto Columbus. “Sarebbe stato un personaggio creato in CGI. Questo ci fece risparmiare un sacco di soldi, ma al tempo stesso morire di crepacuore”.  C’è comunque la speranza di poterlo vedere: esiste un footage e il regista è pronto a mostrarlo. Sì, grazie, lo vogliamo.

2. I denti finti di Emma Watson

All’inizio, Hermione ha subìto alcuni cambiamenti estetici.“Il primo giorno di set abbiamo girato la sequenza finale, dove Harry guarda Hogwarts ed Emma [Watson], Dan [Radcliffe] e Rupert [Grint] sono accalcati fuori dal treno”, spiega Columbus. “Il fatto è che nel libro Hermione aveva i denti davanti più sporgenti rispetto a quelli inferiori e per questo Emma nella scena ha delle protesi”.

3. La debacle delle candele nella Sala Grande

Columbus mirava ad avere un approccio estremamente pratico, attraverso l’utilizzo di oggetti di scena. E se da una parte questa scelta aiutava la produzione, dall’altra lo ha portato ad un durissimo giorno di riprese. “Organizzammo la Sala Grande con centinaia di candele accese e appese ad un filo sottilissimo. Queste fiamme sciolsero la cera, quindi prima che fossimo pronti a dare il ciak, tutti i bambini entrarono, con le candele che sgocciolavano a destra e a sinistra”. E hanno girato ugualmente?!

4. Piccoli, grandi rimpianti per Hagrid

Columbus sperava nella creazione di un Mezzo Gigante che apparisse un pochino più… Gigante. “Ho sempre pensato che Hagrid dovesse essere più grande”, ha detto. “Che ci crediate o meno, nei primi film non avevamo i soldi necessari per realizzare una versione CGI di Hagrid, quindi disponevamo di un giocatore di Rugby. Forzammo le prospettive su Robbie [Coltrane] e lo rendemmo molto più grande di quello che effettivamente era. Ma ho sempre pensato che Hagrid dovesse essere due piedi più alto e pesare 100 pounds in più”.

5. Basket con la cheerleader Silente

Nelle pause, il cast e la crew erano soliti fare sport per rilassarsi. “La Warner Bros ci mandò attrezzatura da Baseball, quindi costruimmo un campo fuori dagli Studi Leavesden dove avremmo potuto giocare se il tempo fosse stato bello. Altrimenti, all’interno, ne avremmo costruito uno da Basket con un’enorme immagine di Hogwarts nel mezzo”, dice Columbus. “Ricordo che Richard Harris, vestito da Silente, faceva il tifo per me. Questo fu uno dei momenti più divertenti della mia vita”.

Feels alle stelle.

Categorie
BlogNews
Claudia Bighi

Redattrice, Ufficio Stampa e Gestione Social per ATL, su cui scrive e sdrammatizza. Dal 1990 abusa di pasticche di Cinema ma ha sempre rifiutato il rehab.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua