A Quiet Place – Un posto tranquillo

La nostra recensione di A Quei Place - Un Post Tranquillo, l'horror scritto, diretto e interpretato da John Krasinski insieme alla moglie Emily Blunt
a quiet place

Nel 2020, la popolazione della Terra è ostaggio di una misteriosa razza aliena sensibile al suono. Privi di vista, gli invasori costringono gli ultimi superstiti a vivere celati nel più assoluto silenzio. In un mondo in cui ogni rumore può esserti fatale, Lee (John Krasinski) ed Evelyn (Emily Blunt), provano a portare avanti la loro vita familiare nel modo più normale possibile, alternando il ruolo di genitori a quello di superstiti in città deserte.

Il ritorno alla regia di Krasinski, che torna dietro la macchina da presa dopo la dramedy indie The Hollars, è un horror pieno di tensione in cui la costante assenza di rumori diventa un pretesto per portare lo spettatore verso un’ansia costante e perenne.

Pensato come un high concept movie, A Quiet Place – Un Posto Tranquillo ha la capacità di non perdere mai di vista il proprio obiettivo, riuscendo così ad essere un film insolitamente breve e conciso, privo di divagazioni e inutili spiegazioni.

Non sapremo mai chi ha invaso la Terra e come l’ha fatto, per Krasinski (qui anche in veste di sceneggiatore)gli alieni che tormentano i protagonisti sono solo un modo per portarci nel silenzio più totale. Non riuscirà ad avere la stessa risonanza di Scappa – Get Out, ma questo A Quiet Place – Un Posto Tranquillo è senza dubbio catalogabile come l’horror dell’anno.

A Quiet Place - Un posto tranquillo
7
A Quiet Place - Un posto tranquillo
  • voto
    7
Categorie
NewsRecensioni
Francesco Martino

Scrivo di cinema e faccio le pubblicità.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua