Alla scoperta de L’Era Glaciale 5 – In rotta di collisione

Giovedì 16 giugno alla Casa del Cinema il regista Mike Thurmeier ha presentato in anteprima alcune clip del nuovo Era Glaciale. Ecco il nostro resoconto
l'era glaciale 5

“Non preventiviamo a tavolino quanti saranno i film di una nostra saga, è il pubblico a deciderlo. E se anche questo quinto capitolo andrà bene, allora potrebbe non essere l’ultimo”. Così ha concluso il suo intervento ieri, giovedì 16 giugno, alla Casa del Cinema di Roma, Mike Thurmeier, regista de L’Era Glaciale 5 – In rotta di collisione.

Una notizia questa che andrebbe a smentire le voci che volevano quest’ultimo episodio come quello conclusivo della saga ricca di esilaranti avventure di Sid e compagni. Un progetto nato nel 2012 ma che ha visto iniziare la propria realizzazione solo nel 2014 e con cui il regista si auspica bissare il successo dei primi quattro, nonostante l’alta concorrenza che li circonda rispetto a qualche anno fa.

“Quando siamo usciti in sala nel 2002 con L’era glaciale, per 3/4 mesi non avevamo concorrenza per quanto riguarda i cartoon che uscivano in sala” ha detto a tal proposito Thurmeier. “Ora invece esce un film d’animazione ogni weekend”.

Ma di cosa parlerà questo quinto episodio de L’Era Glaciale?

“Tutto partirà ancora una volta da Scrat e dalla sua preziosa ghianda. Siccome il nostro intento è sempre stato quello di superarci e realizzare qualcosa di più grande, abbiamo dovuto inventarci un incipit che superasse quelli precedenti. Ed ecco l’idea: prendere l’astronave già intravista incastonata nel ghiaccio nel primissimo film, metterci all’interno Scrat e la ghianda per poi spararli entrambi nell’universo e dare il via a una serie di eventi che porteranno non solo alla creazione del nostro sistema solare, ma anche ad una serie infinita di asteroidi pronti a minacciare il pianeta Terra.”

L’Era Glaciale 5 allargherà dunque i propri confini coinvolgendo nel proprio spazio diegetico la galassia intera. Un’idea che gli animatori e il regista hanno saputo ben valorizzare attraverso una scelta ponderata delle varie tonalità e sfumature da impiegare nella creazione del mondo in pericolo che circonda i personaggi.

“L’Era Glaciale 5 sarà dominata dal color viola. Il viola rimanda a un mondo alieno, o comunque a tutto ciò che si trova al di là dei confini terrestri. Le tonalità violacee stanno a indicare la presenza di quel sentimento di minaccia con cui  i nostri personaggi devono imparare a  convivere” ha dichiarato Thurmeier mentre mostrava le palette cromatiche impiegate nel corso del processo di animazione. Le tonalità violacee stanno così tanto a simboleggiare un senso di pericolo in questa pellicola, tanto da essere impiegate ogni volta che un sentimento analogo prevale sugli altri. Si pensi alla realizzazione del manto di Julian, il nuovo  fidanzato di Pesca e dunque vera e propria fonte di pericolo del tanto agnognato equilibrio famigliare agli occhi del mammut Manny.

Alla luce di quanto mostratoci in anteprima da Mike Thurmeier, L’era Glaciale 5 – In rotta di collisione si presenta come un film ricco di colori e di divertimento, pronto a far ridere grandi e piccini, complice l’entrata in gioco di nuovi strambi personaggi, abitanti di un mondo nascosto all’interno di una semplice roccia denominato Geotopia (tra tutti, tenete gli occhi ben puntati su Brooke, nuovo interesse amoroso di Sid) e al grandissimo ritorno in pompa magna di Buck (la sua entrata in scena sulle note di Figaro è esilarante).

L’Era Giaciale – In rotta di collisione uscirà nelle sale italiane il 25 agosto 2016.

Categorie
News
Elisa Torsiello

Inalo la polvere delle sale cinematografiche per poi tossire recensioni.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua