Anche Kurt Russell scende in difesa di James Gunn

"Siamo diventati un po' troppo sensibili" ha affermato l'attore a Variety
Kurt Russell

Ad aggiungere la propria voce al coro sceso in difesa del licenziamento di James Gunn da parte della Disney, è Kurt Russell, che nel secondo capitolo della saga dei Guardiani della Galassia interpretava il pianeta Ego. A quasi un mese dallo sconvolgente allontanamento del regista dal set del terzo episodio dei Guardiani, e la pubblicazione di una lettera collettiva firmata da tutto il cast del film, anche Russell (che della lettera non era firmatario) ha deciso di far sapere la propria opinione sulla questione.

L’attore, intervistato da Variety in occasione della festa organizzata per celebrare la nomination agli Emmy ottenuta dalla docu-serie di Netflix Wild, Wild Country, ha affermato quanto segue:

È triste. Ma si tratta di un qualcosa divenuto parte integrante del gioco ora, e lo capisco. Credo tuttavia che stiamo diventando un po’ troppo sensibili nei confronti delle persone sbagliate. James a un cuore grande e una mente straordinaria. Spero che venga ben presto perdonato.

A far partire la macchina del licenziamento è stato il ritrovamento, da parte di alcune personalità del ramo conservatore statunitense (tra cui il noto attivista pro-Trump Jack Posobiec) di tweet vecchi di dieci anni che il regista aveva postato ironizzando in maniera alquanto pesante, su temi delicati quali pedofilia e stupro. Nonostante le scuse rilasciate da James Gunn, e la cancellazione del suo profilo Twitter, le possibilità di rivedere il regista al timone del terzo episodio dei Guardiani della Galassia sono nulle (per ulteriori dettagli cliccate QUI).

Vi ricordiamo che vedremo presto Kurt Russell sul grande schermo nell’attesissimo, nuovo film di Quentin Tarantino Once Upon a Time in Hollywood.

Fonte: Variety

Categorie
News
Elisa Torsiello

Inalo la polvere delle sale cinematografiche per poi tossire recensioni.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua