Avengers: Endgame – La Recensione

Il film è nelle sale italiane da oggi...
avengers: endgame yoga

Se undici anni fa qualcuno ci avesse detto che oggi saremmo qui, probabilmente nessuno ci avrebbe creduto. Se undici fa qualcuno ci avesse detto che da un film con protagonista un attore in disgrazia sarebbe nato un impero, nessuno ci avrebbe creduto. Ma soprattutto, se undici anni fa ci avessero detto che tutto questo un giorno sarebbe finito, probabilmente non ci avremmo voluto credere.

Avengers: Endgame parte nel modo migliore, mostrandoci da subito l’elaborazione del lutto dei sopravvissuti. C’è chi si è ritirato a vita privata, chi ha incanalato l’odio in altro odio e c’è chi non si è arreso. Questa è solo la prima parte del film, perché il primo pregio di questo cinecomic è quello di essere in continua evoluzione. Se come detto il film parte come dialogo sul lutto degli eroi, in poche mosse i Russo lo trasformano in un heist movie spaziotemporale in cui il gruppo di protagonisti deve mettere in atto un piano difficilissimo.

Si parla tanto, ci si omaggia altrettanto e si tiene l’azione dura e pura per il terzo atto del film, quando Kevin Feige gonfia il petto davanti lo schermo e guarda fiero quello che ha creato in un decennio. Un arco temporale che riecheggia per tutto il film, tra citazioni e rievocazioni, senza però mai perdere la bussola del film, portando a casa la tanto agognata risoluzione del genocidio a opera di Thanos.

Certo, qualcuno potrà imputare ad Avengers: Endgame di essere troppo emotivo e, paragonato al suo cinico predecessore, di risultare meno incisivo negli animi dello spettatore. Ma Endgame è questo che deve fare: celebrare un’avventura incredibile, rendere omaggio ai suoi protagonisti e ringraziare il suo pubblico. Lo fa, lo fa bene. Ed è questo l’importante.

Quello che verrà dopo, rimane un mistero.

Categorie
FeaturedNewsRecensioni
Francesco Martino

Scrivo di cinema e faccio le pubblicità.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua