Bad Moms 2 – Mamme molto più cattive

La recensione della commedia con Mila Kunis, dal 6 dicembre al cinema
Bad Moms 2

Mercoledì 6 dicembre arriva in sala Bad Moms 2 – Mamme molto più cattive, sequel della fortunata commedia del 2016, di nuovo scritta e diretta dagli sceneggiatori di Una notte da leoni Jon Lucas Scott Moore. Protagoniste, ancora una volta, la splendida Mila KunisKristen Bell Kathryn Hann.

Le tre protagoniste, Amy, Kiki e Carla, devono fronteggiare una doppia sfida: non è soltanto il Natale a bussare alle loro porte, ma anche le rispettive madri: Cheryl HinesChristine Baranski Susan Sarandon. La prima interpreta una madre stalker e iperprotettiva nei confronti della figlia, la seconda una madre rigida ed estremamente ambiziosa, la terza invece una hippie ribelle e con problemi economici.

Nel primo Bad Moms, le tre giovani rincorrevano la perfezione materna per poi abbandonarla a causa del troppo stress; lo stesso accade nel secondo capitolo: l’unica differenza è che oltre quelli legati all’essere madri, le tre vivono anche i conflitti legati all’essere figlie. Riusciranno le loro famiglie a sopravvivere ad alcool, cammelli e pompieri superdotati?

Il titolo originale del film, A Bad Moms Christmas, aiuta a comprendere meglio il senso dell’operazione: la storia è ambientata infatti durante le festività natalizie. A casa nostra parleremmo di cinepanettone: addobbi natalizi, gag sulla depilazione dei genitali e corpi maschili e femminili in bella posta. Che siano italiani o statunitensi, c’è un termine piuttosto utile per sintetizzare lo spirito di questi prodotti: trash.

Parliamo di un tipo di prodotto dunque popolare, talvolta spiccio. Per alcuni può essere un bene, per altri un male: questione di gusti. Non sarà una commedia di John Landis o di Woody Allen, ma assolve con serenità al suo unico compito: fornire un tipo di intrattenimento bassoscorretto.

Forse è meno divertente del primo, ma comunque sia Bad Moms 2 riesce a strappare le sue risate. In un modo, lo ripetiamo, estremamente spinto, volgare, che può piacere o non piacere.

P. S. non badate al doppiaggio, potrebbe rubarvi il Natale.

6
  • 6
Categorie
NewsRecensioni
Emanuele Paglialonga

Classe 1995, autore e sceneggiatore. Mi raccomando con questa cosa del cinema.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua