Bird Box: il designer rivela le misteriose creature non mostrate nel film

La pellicola Netflix con Sandra Bullock ha riscosso un successo planetario, ma come sono fatti i "mostri" responsabili dell'apocalisse?
bird box

Probabilmente, il grande successo di Bird Box risiede nel fatto che – come Polanski in Rosemary’s Baby – Susanne Bier sceglie di non mostrare mai direttamente le creature colpevoli dell’avvento dell’apocalisse. In molti si sono chiesti che fattezze avessero e il designer Andy Bergholtz ha deciso di pubblicare via Instagram le foto dei suoi lavori.

Inizialmente il mostro sarebbe dovuto essere inserito in una sequenza del film, ma nel taglio finale è stato scartato. Notate bene che ognuno vede nei mostri le proprie paure più recondite. Quello del personaggio interpretato dalla Bullock – essendo incinta – è un deforme neonato.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

*Some spoilers ahead for BIRD BOX, continue reading at your own risk!* We had the unique pleasure of designing a creepy makeup for the film, although the scene ultimately ended up on the cutting room floor. Keep in mind, the fatal “vision” that each character saw would most likely be different for each person (you’ll understand if you’ve seen the film), and this makeup appeared in a cut “dream/nightmare sequence” with Sandra Bullock’s character. Considering her pregnant state and emotional arc thru the movie, the producers felt Sandra’s nightmare would have something to do with a twisted, demonic baby creature attacking her (that’s as much as I could gather about the context of the scene anyway). I sculpted at least 3 or 4 variations on the design before it was approved, which began as a more aggressive, monstery look and was revised to be a bit more subtle in the end. I also had the pleasure of painting the finished prosthetics before sending them to set, to be worn and performed by the one and only Dirk Rogers @thehalloweendirk, applied by the great @proutyfx. It’s funny, I read an interview recently where Bullock described the creature as a “snake-like, green man with a horrific baby face”. Many folks have speculated what the creature may have looked like, but they fail to realize the “snake-like green man” portion was simply Dirk in a spandex green-screen suit 😄. Everything from the neck down was intended to be a giant CGI creature/body added later. In the end, I actually really liked the movie and think it was better off NOT showing the makeup. Kudos to the director for sticking to her guns on that one. Still a fun project to be a part of, thanks Howie! @hoops511 #netflix #birdbox

Un post condiviso da Andy Bergholtz (@andy_bergholtz) in data:

Nel cast Sandra BullockJohn Malkovich, Trevante Rhodes Sarah Paulson. Il film diretto da Susanne Bier è stato visto da 45,037,125 account, diventando così il lungometraggio Netflix con più spettatori nei primi sette giorni di messa online.

Di seguito la sinossi:

Quando una forza misteriosa decima la popolazione mondiale, una cosa è certa: se la vedi, ti togli la vita. Affrontando l’ignoto, Malorie trova amore, speranza e un nuovo inizio, solo per vederseli sfuggire. Ora deve scappare con i due figli lungo un insidioso fiume, verso l’unico possibile rifugio. Ma per sopravvivere dovranno affrontare il pericoloso viaggio di due giorni con gli occhi bendati. Capitanato dal premio Oscar Sandra Bullock, il cast stellare di Bird Box include Trevante Rhodes, Sarah Paulson e John Malkovich. Bird Box: un nuovo thriller dalla regista premio Oscar Susanne Bier.

Qui la nostra recensione.

Fonte: ComicBook

Categorie
News
Claudia Bighi

Redattrice, Ufficio Stampa e Gestione Social per ATL, su cui scrive e sdrammatizza. Dal 1990 abusa di pasticche di Cinema ma ha sempre rifiutato il rehab.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua