Bond 25: Danny Boyle voleva uccidere 007, alcuni rumor sui motivi dell’addio al film

Il film arriverà nelle sale il prossimo anno...
bond 25

Il Daily Mail ha rivelato un succoso retroscena di Bond 25, il nuovo capitolo della saga dedicato a 007.

Il 21 agosto scorso Danny Boyle abbandonava la regia per “divergenze con la produzione”, ma le cause non erano mai state rese note. C’è chi parlava di una lite furiosa con la storica producer Barbara Broccoli e chi dava la colpa alla scelta del regista di mettere come villain un russo, aumentando i dissidi con Putin. Al suo posto subentrò Cary Fukunaga.

Stando al sito inglese, la reale motivazione dell’addio di Boyle è da ricercare in un vero e proprio azzardo: il regista voleva far morire James Bond tra le braccia di Lea Seydoux, in modo da aprire le porte ad una versione di 007 completamente rinnovata, sia per volto che per storyline. Un’idea, questa, non digerita dalla Broccoli e, soprattutto, da Daniel Craig.

Vi ricordiamo che Rami Malek si trova in trattative finali per accaparrarsi il ruolo di villain principale.

Production Weekly ha di recente svelato il working title del film: Shatterhand. Non sappiamo cosa significhi e se avrà a che fare con la trama. Le riprese dovrebbero iniziare ad aprile tra Londra e la nostra Matera.

La pellicola sarà diretta da Cary Fukunaga, il primo di nazionalità USA a dirigere un film della saga.

Recentemente Neal Purvis e Robert Wade sono tornati al lavoro sulla sceneggiatura. Daniel Craig vestirà per l’ultima volta i panni di James Bond e nel cast torneranno Lea Seydoux, Ralph Fiennes, Naomie Harris e Ben Whishaw. Inizialmente previsto per febbraio 2020, film arriverà invece nelle sale di tutto il mondo l’8 aprile 2020.

Categorie
News
Claudia Bighi

Redattrice, Ufficio Stampa e Gestione Social per ATL, su cui scrive e sdrammatizza. Dal 1990 abusa di pasticche di Cinema ma ha sempre rifiutato il rehab.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua