Brave Ragazze – La Recensione

La recensione del nuovo film di Michela Andreozzi, dal 10 ottobre al cinema ...
Brave Ragazze

Arriva in sala Brave ragazze, il secondo film da regista di Michela Andreozzi, che aveva esordito pochi anni fa con la commedia Nove lune e mezza. Il film è ambientato nella Gaeta degli anni ’80 e vanta un cast femminile stellare: Ambra Angiolini, Serena Rossi, Ilenia Pastorelli e Silvia D’Amico, un poker di attrici in stato di grazia. Si aggiungono alle quattro protagoniste Luca Argentero versione baffuta e Max Tortora in abito talare.

Brave Ragazze si ispira a un fatto di cronaca realmente accaduto: quattro donne con problemi economici più o meno gravi decidono di rivoluzionare le loro vite monotone e segnate dal maschilismo galoppante. In che modo? Rapinando una banca camuffate da uomini. Inaspettatamente ci riescono, semimando e lasciando la Polizia (nella fattispecie il personaggio di Argentero) brancolare nel buio.

Il lavoro della Andreozzi da regista e da direttrice di attori è lodevole, tanto sulle vecchie leve che sulle nuove: la Pastorelli e la D’Amico hanno ad esempio modo di risaltare e travolgere, una con la verve rock e l’altra con la grande tenerezza donata al personaggio. Da tempo mancava per la commedia italiana una voce femminile, e i due film della Andreozzi rappresentano una piccola boccata di freschezza che speriamo possa artisticamente crescere e maturare sempre più.

Gli unici difetti del film risiedono in fase di scrittura: talvolta l’amalgama commedia-dramma non è ben riuscito (specie ad un importante colpo di scena verso il finale), e al film manca quel ritmo all’ammmericana da film di genere che gli avrebbe potuto dare una marcia in più e renderlo ancor di più un gioiellino: ad esempio dando più spazio all’indagine dei poliziotti e costruendo una vera e propria caccia all’uomo.

I personaggi di Argentero e Tortora si chiamano rispettivamente Gianni Morandi e Don Backy. Quando si presentano Tortora sottolinea l’evento dicendo “Hai visto? Amo fatto er Cantaggiro“.

Categorie
NewsRecensioni
Emanuele Paglialonga

Classe 1995, autore e sceneggiatore. Mi raccomando con questa cosa del cinema.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

  • Benedetta Follia

    Benedetta Follia

    Dal punto di vista degli incassi, il 2017 è stato un anno disastroso per il cinema italiano. Ciononostante, alla fine di dicembre è arrivata una sorpresa al botteghino, Come un...
  • Caccia al tesoro

    Caccia al tesoro

    Assieme al discutibile Il domani tra di noi con Kate Winslet e Idris Elba, giovedì 23 novembre arriva in sala anche Caccia al tesoro , il nuovo film di Carlo Vanzina. Scritta assieme al...
  • Lo Chiamavano Jeeg Robot

    Lo chiamavano Jeeg Robot: i provini e le papere dai contenuti speciali del film

    Mancano cinque giorni all’uscita in home-video di Lo chiamavano Jeeg Robot, il caso cinematografico dell’anno firmato da Gabriele Mainetti. In attesa di avere la nostra copia tra le mani,...

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua