Cargo

La recensione dello zombie movie targato Netflix con Martin Freeman
Cargo

A quanto pare Martin Freeman ha saputo proprio scegliere i suoi film quest’anno: con un piccolo ruolo ha portato una ventata d’aria fresca nel genere horror con la pellicola di genere inglese Ghost Stories, e adesso ci riprova con il post-apocalittico e lo zombie movie con Cargo, film targato Netflix che racconta di un padre (Martin Freeman) alla ricerca di un rifugio per la sua piccola figlia nelle lande desolate dell’Australia; ha solo 48 ore di tempo prima di trasformarsi in uno zombie.

Certo, rispetto al horror proposto da Ghost Stories, Cargo sembra non raccontare niente di nuovo per il genere zombie: una corsa contro il tempo e contro gli ultimi superstiti dell’epidemia, che sono più letali dei non-morti (The Walking Dead ha ampiamente affrontato queste tematiche), eppure Cargo è un buon film e ha i suoi momenti.

Tantissimo è dovuto all’ambientazione australiana della pellicola: la coppia di registi Ben Howling e Yolanda Ramke riadatta per Netflix un loro corto rendendo l’Australia assoluta protagonista (con una magnifica fotografia). La minaccia degli zombie è poi silenziosa e letale, le volte in cui ci sono dei veri faccia a faccia con dei non-morti si possono contare sulle dita di una mano, il resto delle volte sono sempre lontani dal nostro protagonista o off-screen (il che li rende ancora più spaventosi). Così, con questo espediente, e scavando nelle più profonde tradizioni degli Aborigeni della nazione, Cargo fa la cosa più giusta per uno zombie movie: darci un nuovo e interessante punto di vista nel genere.

Cargo
7
Cargo
  • 7
Categorie
NewsRecensioni
Davide Merola

Classe '95. Affamato più di serie tv, ma costantemente perso tra i film anni '80 e quelli del Sundance. Ce la mette tutta per sembrare serio.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua