Che fine ha fatto Bernadette? – La Recensione

Il 12 dicembre arriva al cinema il nuovo film di Richard Linklater con Cate Blanchett protagonista assoluta ...
Che fine ha fatto Bernadette?

Arriva in sala Che fine ha fatto Bernadette?, il nuovo film di Richard Linklater a pochi anni di distanza da quel gioiellino di Last Flag Flying, che in Italia è tristemente uscito direttamente in digitale. Il film è l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Maria Semple del 2012 ed ha come protagonista assoluta Cate Blanchett, che ruba a mani bassissime la scena al resto di cast che comprende anche Billy Crudup, Kristen Wiig, Judy Greer e Laurence Fishburne.

L’uscita in sala del film ha subito diversi rinvii in America, e le critiche non sono state generalmente positive. Lo diciamo? Non è il miglior film di Linklater. Ma diciamo anche un’altra cosa? Non è poi tutta questa catastrofe. La storia è quella di Bernadette Fox (Cate Blanchett), genio dell’architettura e stella nascente all’inizio degli anni ’90 che ha deciso di ritirarsi e dedicare tutte le sue energie e tutte le sue attenzioni alla propria famiglia e in particolare a sua figlia Bee.

Bee però è cresciuta, e col passare degli anni Bernadette si sente sempre meno a suo agio nel condurre una vita lontano dai ritmi frenetici del proprio lavoro e delle sue creazioni eclettiche. Dopo una serie di vicende spiacevoli e incomprensioni familiari, Bernadette decide di scappare.

Il film utilizza toni spesso grotteschi e sopra le righe, si regge interamente sull’interpretazione da mattatrice di una Blanchett nevrotica, frenetica ma mai isterica, pacata e logica nel caos della sua mente. Le svolte della trama sono spesso assurde e lontane dai toni e dalle storie più intime a legate alla realtà a cui Linklater ci ha spesso abituati. Nonostante tutti marasmi, nell’interazione e nella chimica fra i personaggi Che fine ha fatto Bernadette? riesce comunque a camminare con le sue gambe. Non andrà lontano, purtroppo, ma non farete un pessimo investimento qualora decideste di andare a vederlo.

Categorie
NewsRecensioni
Emanuele Paglialonga

Classe 1995, autore e sceneggiatore. Mi raccomando con questa cosa del cinema.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua