Escape Room

La nostra recensione di Escape Room, il thriller-horror diretto da Adam Robitel ...
Escape Room

Sei sconosciuti si ritrovano in un labirinto pieno di stanze mortali. Solo il loro ingegno potrà salvarli dalla morte.

C’è un apprezzatissimo citazionismo di genere all’interno di Escape Room, il thriller-horror diretto da Adam Robitel, già regista di Insidious – L’ultima chiave. Non sarà difficile per lo spettatore riconoscere alcune costruzioni narrative viste in saghe come Final Destination, Saw e Quella Casa nel Bosco.

Oltrepassando i meri pregiudizi che potrebbero attorniare titoli come questo, nati unicamente per una fetta di pubblico più scanzonata, Escape Room si rivela essere un divertentissimo rompicapo ad incastri dal ritmo incalzante. Certo, la regia è approssimativa e da Mtv anni ’90, ma funzionale all’intera opera.

Ci troviamo davanti ad un cast semi-sconosciuto ai più che ad un primo impatto sembra far scadere l’interesse, ma alla fine aiuta ad aumentare l’empatia: i sei sconosciuti protagonisti, dai volti semplici e dalle vite comuni, potremmo essere noi.

Escape Room gioca molto sulle claustrofobie e sulle paure più recondite, dove fa da sfondo una colonna sonora fin troppo tamarra. Dispiace un po’, perché avremmo voluto suoni meno acidi e più d’atmosfera. Dal punto di vista della costruzione, invece, il film si rivela essere un perfetto mix di generi: il clima horror è solamente di facciata, il thriller la fa da padrone e ci conduce dritti ad una svolta meta-narrativa abbastanza prevedibile.

Un ottimo inizio di franchise che, se gli incassi lo permetteranno (e del resto è già in cantiere un sequel), ci farà compagnia per parecchio tempo.

Categorie
FeaturedNewsRecensioni
Claudia Bighi

Redattrice, Ufficio Stampa e Gestione Social per ATL, su cui scrive e sdrammatizza. Dal 1990 abusa di pasticche di Cinema ma ha sempre rifiutato il rehab.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua