Fausto Brizzi accusato da dieci donne, a rischio Poveri ma Ricchissimi

In un servizio trasmesso dalla trasmissione Le Iene, dieci donne hanno accusato il regista romano Fausto Brizzi
fausto brizzi

Lo definiscono “il Wesinstein italiano”, è così che la trasmissione Le Iene ha etichettato il regista romanzo Fausto Brizzi, accusato da dieci attrici di molestie sessuali e in alcuni casi anche di stupro. Dal canto suo Brizzi respinge tutte le accuse, rispondendo tramite il suo avvocato: “Mai e poi mai nella vita ho avuto rapporti non consensuali o non condivisi: posso affermarlo con serenità e sin da ora. Per questo, escludo categoricamente di aver conferito mandato legale per trattare il risarcimento del danno in favore di presunte vittime”.

Nel frattempo il regista ha sospeso tutte le sue attività lavorative, tra cui la sua partecipazione nella società di produzione Wildside, produttrice del prossimo film di Brizzi, Poveri ma Ricchissimi.  Sul film, programmato per il 14 dicembre, dovrà pronunciarsi la Warner Bros: si parla della possibilità di bloccarne l’uscita o di mandarlo in sala eliminando il nome del regista.

Fonte: Il Messaggero

 

Categorie
News
Francesco Martino

Nato nel 1989 è studente di Giornalismo a Roma Tre. Ha collaborato con Prismo, Vice e Dude Mag. Scrive su Serial Minds e in edicola su Il Mucchio.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua