Gli Incredibili 2

La recensione del nuovo film Disney Pixar, dal 19 settembre al cinema
Gli Incredibili 2

In tutto il mondo Gli Incredibili 2 ha superato il miliardo di dollari al box-office. Indovinate quale Paese manca all’appello? Esatto. L’uscita italiana del nuovo prodotto Disney-Pixar è prevista per il 19 settembre. Con due mesi di ritardo rispetto al resto del pianeta e solo una presentazione in anteprima al Giffoni. C’è da dire che gli incassi italiani di settembre per la Pixar sono sempre stati una roccaforte: 15 milioni di euro al box-office sono una stima estremamente realistica e plausibile.

Alla stampa Gli Incredibili 2 è stato presentato a Roma a margine di una conferenza dove erano presenti i doppiatori Bebe VioTiberio TimperiAmanda Lear e Orso Maria Guerini. Che assemble, eh?

La regia del film è sempre di Brad Bird. Sono passati 14 anni dal primo capitolo, eppure la storia riprende lì dove si era fermata. La famiglia di Incredibili (e Lucius/Siberius) ha appeso le tute al chiodo e si è ritirata a vita privata. L’eccentrico Winston e l’enigmatica Evelyn Deavor (fratello e sorella) vogliono però riabilitare l’immagine pubblica dei supereroi, e punteranno molto sulla figura di Elastigirl. Tutto questo mentre Bob resterà a casa a fare da mammo a tre giovani pesti coi superpoteri. In aggiunta a ciò, un villain minaccia la serenità collettiva: Ipnotizzaschermi.

Gli Incredibili 2 è un sequel con pregi e difettiIl villain funziona poco: anche uno spettatore poco attento potrà accorgersi facilmente di chi si cela dietro al cattivone. Le implicazioni che comporta il piano malefico dell’Ipnotizzaschermi sono invece interessanti: che succede se i supereroi vengono ipnotizzati e iniziano a fare cose cattive? Nell’anno di Infinity War un’altra riflessione stimolante dopo quella degli eroi che soccombono alla vittoria del villain.

Chi salverà la situazione? I giovani: Violetta, Flash, e Jack-Jack. I tre figli portano avanti il film su più piani. Intanto costituiscono il motivo primario per Bob di restare a casa a aiutarli coi compiti di matematica e le prime cotte adolescenziali. Poi saranno di estremo aiuto nella risoluzione finale. E infine, cosa più importante, uno di loro è proprio il perno comico del film: Jack-Jack. Spontaneo ma soprattutto imprevedibile combinaguai: nel primo capitolo non aveva i superpoteri, ne Gli Incredibili 2 sì, e inizia a sperimentarli. Tutti i suoi momenti nel film sono esilaranti ed efficacissimi. Se per caso dovesse servirvi un motivo in più per andare a vederlo, adesso ce l’avete: è in face, gattona e combatte contro i procioni.

7
  • 7
Categorie
NewsRecensioni
Emanuele Paglialonga

Classe 1995, autore e sceneggiatore. Mi raccomando con questa cosa del cinema.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua