Going Places: i fratelli Coen dicono la loro sullo spin-off de Il Grande Lebowski

John Turturro torna a vestire i panni di Jesus Quintana nella pellicola da lui diretta
Going Places

Dopo avervi mostrato la prima immagine, torniamo a parlare di Going Places, spin-off del cult Il Grande Lebowski, diretto dai fratelli Coen nel 1998. La pellicola in questione sarà ispirata al film del 1974 Les Valseuses (uscito in Italia con il titolo I Santissimi) con protagonisti Miou-Miou, Gérard Depardieu e Patrick Dewaere. Nei panni del protagonista e del regista, John Turturro, che riprenderà il volto dell’indimenticabile Jesus Quintana. Ma cosa ne pensano i Coen?

“Hanno subito creduto che fosse una grande idea – confessa Turturro – e mi hanno detto ‘Abbiamo preso il personaggio da un’opera teatrale ed ora tu vuoi metterlo in un film ispirato ad un film francese, che a sua volta si è ispirato ai road movies Americani'”.

Lavorando parecchio tempo sulla sceneggiatura, Turturro si è focalizzato sul personaggio principale Jean-Claude, originariamente interpretato da Gérard Depardieu: “Lo chiamavo JC e questo mi ha ricordato una parte che ho fatto tanti, tanti anni fa, e che aveva ispirato Joel ed Ethan per Jesus Quintana. Quindi ho pensato ‘Wow! Volevamo fare qualcosa con Jesus Quintana ma sembrava tutto stupido’. Ho iniziato a studiarlo e ho pensato che avremmo potuto sfruttare l’ironia e l’irriverenza del personaggio”.

Turturro interpreterà il ladro Jesus che fa coppia fissa con il collega Petey (Bobby Cannavale). Ai due finisce per unirsi anche una criminale   appena uscita dal carcere e interpretata da Susan Sarandon. Nel momento in cui i tre incroceranno il proprio destino con quello di uno spietato parrucchiere, non potranno fare altro che scappare costantemente, infrangendo a non finire la legge. Le riprese del film sono attualmente in corso a New York.

Fonte: Indiewire

Categorie
News
Claudia Bighi

Redattrice, Ufficio Stampa e Gestione Social per ATL, su cui scrive e sdrammatizza. Dal 1990 abusa di pasticche di Cinema ma ha sempre rifiutato il rehab.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua