Holmes & Watson: la Sony provò a vendere il film a Netflix

Una strategia pensata per contenere i danni economici
Holmes & Watson razzie awards

È inutile girarci intorno: Holmes & Watson è un gigantesco flop. Dopo aver passatto diversi giorni con un punteggio di 0%, al momento il film con Will Ferrell e John C. Reilly è riuscito a raggiungere un 6% di consensi su RottenTomatoes, mentre su CinemaScore è stabile con un D+.

È difficile immaginare un film costato “appena” 40 milioni di dollari e con due nomi di peso come Ferrell e Reilly arrancare al box-office, ma con un incasso di 20 milioni nel primo weekend le prospettive economiche sono decisamente poco rosee. Inoltre, secondo Deadline, dopo i primi responsi negativi la Sony Pictures provò a vendere il film a Netflix, ovviamente senza successo.

Holmes & Watson è diretto da Etan Cohen, che aveva già lavorato con Will Ferrell in Duri si diventa, mentre non è la prima volta che i due protagonisti si ritrovano nella stessa pellicola: il duo comico ha lavorato con Adam McKay (La grande scommessa) in Ricky Bobby – La storia di un uomo che sapeva contare fino a uno e Fratellastri a 40 anni, commedie diventate dei piccoli cult, che hanno già dimostrato quanta sintonia ci sia tra i due attori.

Il film è uscito nelle sale americane il 21 dicembre di quest’anno e completano il cast il già citato Ralph FiennesRebecca Hall (Regali da uno sconosciuto – The Gift), Rob Brydon, e Kelly Macdonald.

Categorie
News
Francesco Martino

Scrivo di cinema e faccio le pubblicità.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua