I morti non muoiono – La Recensione

La recensione del nuovo film di Jim Jarmusch con Bill Murray, Adam Driver e Chloë Sevigny...
i morti non muoiono

In principio furono i vampiri. Il primo approccio di Jim Jarmusch con il sovrannaturale arrivò nel 2013 con Solo gli amanti sopravvivono, e il risultato fu il completo stravolgimento del genere: poco sangue e tantissima riflessione. Ora, dopo sei anni da quella prima esperienza, il regista ha deciso di riprovarci, questa volta con nuovi – ma sempre decadenti – protagonisti: gli zombie.

Presentato all’ultima edizione di Cannes come film di apertura,I morti non muoiono è una commedia contemporanea che dietro al cast stellare e all’ironia spiazzante nasconde in realtà un messaggio molto chiaro riguardo la nostra società sull’orlo del collasso.

In uno scenario apocalittico, dove la calotta polare è arrivata a frantumasi e l’asse terreste ha subito un catastrofico spostamento, a proteggere la popolazione di un piccolo paesino dell’Ohio dall’attacco dei non-morti sono i soliti noti di Jarmusch, Bill Murray, Adam Driver e Chloë Sevigny, accompagnati da una schiera estremamente cool di personaggi come RZA, Tom Waits, Selena Gomez e Iggy Pop. E la visione decomposta del re del punk è solo una delle innumerevoli chicche da gustare.

Perchè il ritorno degli zombie al cinema firmato da Jim Jarmusch è così squisitamente pop da scardinare ancora una volta le convenzioni e far storcere il naso ai più intransigenti. In I morti non muoiono, il filmmaker “si permette” di scherzare con quelle creature totem della filmografia horror, troppo spesso incatenate nello stereotipo ripetitivo, offrendoci un quadro d’insieme quasi banale per quanto attuale: in una società priva di qualità, le differenze tra vivi e morti sembrano essere sempre più sottili. Ma non è detta ancora l’ultima parola.

Categorie
NewsRecensioni
Martina Amantis

Ryan Gosling is my husband
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua