Il Campione – La recensione

La recensione del film con Stefano Accorsi e Andrea Carpenzano ...
Il Campione

Arriva in sala Il Campione, il nuovo film prodotto da Matteo Rovere e Sydney Sibilia per Groenlandia. Il film è diretto da Leonardo D’Agostini, che firma il soggetto assieme ad Antonella Lattanzi; i due hanno collaborato alla sceneggiatura, scritta da Giulia Steigerwalt.

Il protagonista è Christian Ferro (interpretato da un bravissimo Andrea Carpenzano), giovane talento dell’AS Roma con una vita privata senza regole e senza freni, che un giorno sì e l’altro pure finisce sui giornali per le sue bravate. Se vi ricorda Balotelli, potreste esserci andati vicini. (Però no, non è un biopic su di lui). Il Presidente della squadra (Massimo Popolizio, strepitoso) non è più disposto a tollerare gli eccessi di Ferro, e con la minaccia di non farlo più giocare lo costringe a mettersi sotto con gli studi e a conseguire la maturità. Per fare ciò, bisognerà affiancargli un maestro: sarà Valerio (Stefano Accorsi) a seguire il ragazzo passo passo lungo un percorso di studi che si rivelerà essere più complicato del previsto.

Il Campione è un ottimo prodotto medio che non dovete perdere. Una motivazione sta intanto nelle interpretazioni e nell’interazione fra loro degli attori protagonisti: Carpenzano (che viene da La terra dell’abbastanza) ci regalerà tante soddisfazioni in futuro, e Accorsi dopo Veloce come il vento fa centro con un altro personaggio tormentato, questa volta con un tipo di recitazione sotto le righe, dimessa. Un altro motivo è che Il Campione, pur raccontando una storia di formazione dove l’istruzione e il dare regole alla vita assumono un ruolo centrale, non è mai retorico, rifiuta di prendere scorciatoie moralistiche e lavora sui conflitti dei personaggi in modo encomiabile.

La speranza è che questo film riscuota un buon successo di pubblico in sala, nonostante il periodo difficile in cui esce e la concorrenza di Ma cosa ci dice il cervello con Paola Cortellesi, distribuito lo stesso giorno.

Categorie
NewsRecensioni
Emanuele Paglialonga

Classe 1995, autore e sceneggiatore. Mi raccomando con questa cosa del cinema.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua