Il Diritto di Opporsi – La Recensione

La nostra recensione di Il Diritto di Opporsi, il film con Jamie Foxx nelle nostre sale dal 30 gennaio...
il diritto di opporsi

Sembra esserci uno strano disegno nella programmazione italiana che ha portato nelle sale a distanza di poche settimane due film come Richard Jewell e Il Diritto di Opporsi. Due titoli opposti, che pur partendo dalla stessa voglia di lanciare un messaggio, hanno obiettivi e idee agli antipodi. Se il film di Eastwood ha come punto fermo un sottotesto politico espressione diretta del regista; il film di Destin Daniel Cretton vuole farsi megafono di un pensiero collettivo, parlando a voce di una comunità e denunciando i crimini e le discriminazioni subite nel corso degli anni.

Un racconto corale, nonostante il punto centrale della vicenda sia la storia tanto vera quanto assurda di Walter McMillian, arrestato e incarcerato nel braccio della morte per un omicidio che non aveva mai commesso. Non c’erano prove, ma si era pieni di pregiudizio razziale, quello di cui Cretton racconta egregiamente le conseguenze. Dopo I Am Not a Hipster e Short Term 12, Cretton si dimostra ancora una volta un regista dal tocco sensibile e empatico, capace di raccontare una storia delicata come quella di McMillian senza mai premere sul pedale del dramma, ma lasciando spazio al suo cast.

Se Brie Larson e Michael B. Jordan convincono con due prove solide, è Jamie Foxx a rubare la scena a tutti. L’attore premio Oscar sembra pienamente dentro il film, vibrando lettermente di rabbia e disperazione durante i momenti più forti della pellicola. Un’interpretazione che vale da sola il film, sfortunata solamente perché capitata in un’annata piena di concorrenza nella corsa ai premi.

Profondamente debitore a When They See Us di Ava Duvernay, Il Diritto di Opporsi si dimostra come un prodotto solido e ottimamente costruito. Un biopic dal forte impatto storico e culturale, manifesto di una battaglia la cui fine sembra ancora tristemente lontana.

Categorie
NewsRecensioni
Francesco Martino

Scrivo di cinema e faccio le pubblicità.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua