Ingenti somme per ammettere i figli in College d’élite, Felicity Huffman nel mirino dell’FBI

Sotto accusa circa 40 persone, tra cui due note attrici...
felicity huffman

Non c’è pace per Hollywood.

Stando a quanto riportato nelle scorse ore da diverse testate statunitensi, Felicity Huffman e Lori Loughlin sarebbero state coinvolte nel cosiddetto “Scandalo dei College”.

Le due attrici, insieme ad altre 40 persone per il momento ignote, avrebbero sborsato ingenti somme di denaro (per un ammontare complessivo di 6 milioni di dollari) con lo scopo di far ammettere i propri figli in College prestigiosi come Yale, Stanford e la University of Southern California.

L’operazione, nominata Varsity Blues, ha richiesto l’intervento di circa 200 agenti dell’FBI. 13 delle persone accusate, tra cui la stessa Huffman, sono state messe in custodia cautelare a Los Angeles. L’attrice avrebbe anche pagato qualcuno per falsificare un decisivo test della figlia. Il versamento è stato effettuato sul conto di William “Rick” Singer, fondatore di un’associazione di preparazione al College. L’uomo, nel corso degli anni, ha pagato circa 25 milioni di dollari in tangenti agli allenatori per fingere che i figli dei clienti fossero reclute atletiche, garantendone così l’ammissione. Singer si è dichiarato colpevole nel tribunale federale di Boston verso le 12:30 del pomeriggio.

La Loughlin e il marito avrebbero spinto per far entrare le due figlie nella squadra sportiva, pur non facendone realmente parte. Le attrici non hanno rilasciato dichiarazioni, ma la corte californiana ha prontamente dichiarato di “non voler fare sconti a nessuno”.

Fonte: The Hollywood Reporter


Categorie
News
Claudia Bighi

Redattrice, Ufficio Stampa e Gestione Social per ATL, su cui scrive e sdrammatizza. Dal 1990 abusa di pasticche di Cinema ma ha sempre rifiutato il rehab.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua