IT: Capitolo Due – La Recensione

La nostra recensione di IT: Capitolo Due...
it

Trasporre al cinema un romanzo di Stephen King senza cadere nelle banalità non è mai facile, figuriamoci quando ci si porta dietro il successo di un primo tentativo di enorme successo. Si parla ovviamente di IT e dell’arduo compito di Andy Muschietti di rimettere in scena il Club dei Perdenti per il secondo capitolo del libro che solamente un paio d’anni fa era arrivato in sala nella sua prima parte.

A ventisette anni di distanza dal loro combattimento con Pennywise un non più giovanissimo Club dei Perdenti deve riunirsi a Derry per mantenere la promessa: in caso fosse tornato, loro avrebbero fatto lo stesso per sconfiggerlo. Ma il tempo passa e se quasi tutti hanno dimenticato quanto accaduto, altrettanti vivono una vita che difficilmente vorranno abbandonare.

Rispetto al suo predecessore questo IT: Capitolo Due è un film totalmente diverso. Dalle ambizioni alla loro messa in scena, Muschietti vuole dimostrare al suo pubblico che la fiducia riposta in lui era tutta meritata, lavorando così verso un vero e proprio blockbuster horror in cui l’incubo di Pennywise diventa adulto e maturo. Il nuovo Club dei Perdenti funziona bene nelle sue dinamiche, ma il film finisce per impantanarsi in un racconto complicato da adattare che porta Muschietti e girare troppo su se stesso arrivando all’epilogo stremato e con poca verve.

Probabilmente IT: Capitolo Due rimarrà negli annali come la trasposizione di King più ambiziosa di sempre, dal cast alla resa finale, ma non per questo dovrà essere ricordata come la migliore. Pur funzionando, questa seconda incursione a Derry perde il fascino 80s del primo capitolo, sostituendolo con i dilemmi esistenziali di un gruppo di protagonisti in lotta contro le proprie paure.

Categorie
FeaturedNewsRecensioni
Francesco Martino

Scrivo di cinema e faccio le pubblicità.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua