James Gunn e l’esilarante chat con un utente che finge di essere Kevin Feige

Il modo migliore per reagire ad uno scherzo è farne un altro ancora superiore
james gunn guardiani

Ieri sera James Gunn è stato protagonista di una scena alquanto surreale: un utente Instagram ha creato un profilo falso fingendo di essere il Presidente dei Marvel Studios, Kevin Feige. Non contento, ha così iniziato una chat privata con il regista di Guardiani della Galassia. Gunn, occhio di lince, ha capito quasi da subito la faccenda e ha trollato a sua volta il povero malcapitato, spoilerando (in maniera del tutto inventata) eventi futuri ancora non accaduti nel MCU come la morte di Baby Groot, il cameo di Feige in Black Panther, il cameo di Black Panther in The Predator e, sul gran finale, la vera identità di Venom: Peter Parker.

Ecco il post di Gunn che introduce la serie di screen: “La scorsa notte un ragazzo ha fatto finta di essere Kevin Feige, il Presidente dei Marvel Studios, contattandomi su Instagram. Visto che stavo guardando la tv non ho prestato troppa attenzione, e visto che ho la maturità di un 12enne ho deciso di trollarlo a mia volta”.

Come non considerarlo un genio?

Categorie
News
Claudia Bighi

Attrice e autrice, scrive per sdrammatizzare. Dal 1990 abusa di pasticche di Cinema ma rifiuta il rehab.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua