Joaquin Phoenix parla per la prima volta del film su Joker

L'attore, noto per essere molto schivo e taciturno, si lascia andare ad una lunga intervista riguardante il cinecomic
Joaquin Phoenix

È di qualche giorno fa la notizia (rilasciata dall’Hollywood Reporter) che Joaquin Phoenix interpreterà ufficialmente il Joker, o almeno una versione diversa da quello di Jared Leto, nel prossimo cinecomic DC diretto da Todd Phillips (Una Notte da Leoni). Fin’ora l’attore era stato legato al progetto solo secondo alcuni rumors, mentre ora c’è l’ufficialità.

Per la prima volta poi Joaquin Phoenix, noto per essere un attore molto schivo e taciturno quando si tratta di parlare o di promuovere i suoi film, si è lasciato andare ad una lunga intervista su Collider proprio riguardante il cinecomic dedicato a Joker. Riportiamo di seguito i punti salienti dell’intervista che potete trovare qui in versione integrale.

Sul perchè abbia deciso di prendere parte ad un cinefumetto, Phoenix risponde così:

Tre o quattro anni fa, ho chiamato il mio agente per dirgli “Ma perché non prendono uno di questi personaggi dei fumetti e non lo piazzano in un film dal budget più basso, un film in grado di studiare il personaggio, e perchè non farlo con un villain?”. Riguardo al Joker pensai “Non puoi farlo con lui, perché, come dire, è stato già fatto”. Ho pensato ad altri personaggi col mio agente che mi faceva “Ti organizzerò un meeting di carattere generale con la Warner Bros.”, ma gli ho risposto “No, non ci andrò, non posso andare a una riunione così generica come quella che mi proponi”. E così mi sono completamente dimenticato della cosa fino a che non ho saputo di questa idea che circolava nello studio ed è a quel punto che ho pensato “Oh, è una cosa davvero emozionante, è questa l’esperienza che vorrei avere con un film basato su un personaggio dei fumetti”. Mi sembrava che si potesse davvero ottenere qualcosa di interessante sul grande schermo con un approccio simile.

Sull’approccio ad un personaggio iconico come il Joker, Joaquin Phoenix ha detto:

Mi prendo un sacco di tempo per fare tutte le mie considerazioni quando devo decidere su cosa lavorare. Per cui, in una certa maniera, il processo si basa naturalmente sulla lettura di una sceneggiatura e sull’incontrare un filmmaker e nel continuare a vedersi e discutere col regista che, in questo caso particolare, è Todd Phillips. È straordinario e sembra avere una profonda compresione di questo mondo e di quello che vuole dire con il film. È molto interessante collaborare insieme a lui su un progetto come questo. Sembra un qualcosa di unico e in un certo modo, anzi in molti modi, mi terrorizza anche. E potrebbe spaventare anche voi. Penso che, al di là dell’emozione che questi film generano e della loro portata spettacolare, abbiamo a che fare con personaggi incredibili che combattono delle battaglie contro problematiche molto reali. A volte viene raccontato in maniera chiara, esplicita, altre no, ed è per questo che ho sempre pensato che nel mondo dei fumetti ci siano personaggi davvero molto interessanti che si meritano l’opportunità di essere esplorati e studiati a fondo.

Il film, descritto come “lo studio di un uomo deluso dalla società”, avrà un budget di 55 milioni e sarà slegato al resto dei cinecomic DC. Le riprese partiranno a settembre. Todd Phillips (Una Notte da Leoni) dirigerà il film, scritto insieme a Scott Silver (8 Mile). Phillips sarà anche produttore della pellicola insieme a Martin Scorsese. Il film sarà il primo progetto DC esterno all’universo condiviso, inaugurando una nuova divisione che potrebbe prendere il nome di Dark o Black. Il film dovrebbe uscire nel 2019.

 

Categorie
News
Davide Merola

Classe '95. Affamato più di serie tv, ma costantemente perso tra i film anni '80 e quelli del Sundance. Ce la mette tutta per sembrare serio.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua