Jumanji – Benvenuti nella giungla

La nostra recensione di Jumanji - Benvenuti nella giungla, revival del famoso film con Robin Williams
Jumanji: benvenuti nella giungla

Jumanji, un gioco che sa trasportar chi questo mondo vuol lasciar”. Bastava udire queste parole per avvertire il senso di terrore di fronte alla visione del celebre film per ragazzi con Robin Williams, risalente al 1995.

A 22 anni di distanza, torna sul grande schermo il gioco da tavolo più pericoloso di sempre, in un revival ambientato ai giorni nostri e interpretato da Dwayne Johnson (The Rock), ormai un vero e proprio veterano della commedia americana. Sebbene sia un sequel, Jumanji – Benvenuti nella giungla non ha nulla a che vedere con il primo capitolo, anzi l’atmosfera misteriosa e paurosa tipica di quel film viene meno a vantaggio di gags e momenti comici demenziali.

Spencer, Fridge, Martha e Bethany sono quattro adolescenti che ben rappresentano i tipici ruoli gerarchici all’interno della scuola: il primo è un nerd, il secondo è il popolare giocatore della squadra di basket, la terza è la ragazza outsider e la quarta quella più popolare e social. I quattro finiscono in punizione nei seminterrati della scuola, dove trovano una vecchia console per videogiochi.

Incuriositi dal gioco ambientato nella giungla, i ragazzi iniziano la partita, ma finiscono per entrarvi dentro magicamente e per di più assumendo le sembianze adulte degli avatar selezionati che si rivelano opposti alla loro immagine, secondo la legge del contrappasso: Spencer si trasforma in un uomo coraggioso e muscolo; Fridge, basso e debole; Martha in una sexy esploratrice; Bethany in un uomo «in sovrappeso e di mezza età». Su quest’ultima mutazione ruotano i momenti più comici della pellicola, merito anche della spassosa interpretazione di Jack Black e delle sue espressioni effeminate.

Jumanji – Benvenuti nella giungla risente, purtroppo, di troppa ilarità e poco spirito di avventura, concentrandosi molto di più sui battibecchi dei giovani protagonisti intorno alle loro posizioni sociali. Il regista Jake Kasdan riprende solo il motivo del gioco dalla storia originale, al fine di realizzare una personale interpretazione, più divertente e da cinema di intrattenimento. Se cercate una commedia da vedere nel week-end, fa al caso vostro; se siete nostalgici del film con Robin Williams, scegliete altro.

Jumanji - Benvenuti nella giungla
6
Jumanji - Benvenuti nella giungla
  • voto
    6
Categorie
Recensioni
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua