Kevin Spacey in tribunale, rischia 5 anni di carcere: “Sono innocente”

L'attore Premio Oscar è stato rilasciato su cauzione, ma le accuse continuano a gravare sul suo futuro

Lo scorso 1° gennaio il giudice della District Court Thomas Barrett aveva respinto la richiesta di Kevin Spacey di non apparire in tribunale. Il motivo? Mettere un freno alla pubblicità negativa scaturita dal fattaccio. Oggi è stato quindi il grande giorno.

L’attore Premio Oscar per American Beauty e I Soliti Sospetti ha dovuto affrontare un’aula gremitissima. “Sono innocente” ha continuato a ripetere davanti alla corte del tribunale di Nantucket, nello stato del Massachusetts. Spacey rischia però ben 5 anni di carcere e l’obbligo a registrarsi come molestatore sessuale. Attualmente è stato rilasciato su cauzione. Le accuse le ricordiamo tutti: una molestia sessuale avvenuta nel 2016 ai danni di un minorenne. Il giudice ha ordinato all’attore di non avvicinarsi all’uomo.

L’avvocato di Spacey è Alan Jackson che chiese ed ottenne dal giudice Barrett la conservazione per sei mesi dei dati dello smartphone della presunta vittima e della sua ragazza. A difendere il ragazzo, invece, Mitchell Garabedian, il legale che ha assistito il Boston Globe nell’inchiesta sulla pedofilia dei preti cattolici nel 2002.

I guai lavorativi per l’attore sono stati molteplici: prima l’allontanamento dal film di Ridley Scott Tutti i soldi del mondo, nel quale interpretava il magnate Jean Paul Gatty, poi il licenziamento da Netflix e l’abbandono della celebre serie televisiva House of Cards. Ma proprio durante la Vigilia di Natale, Spacey era apparso in un video in cui, vestendo i panni di Frank Underwood, aveva detto: “La partita non è finita”. Se sia vero o meno, lo scopriremo presto.

Qui sotto alcune foto dal processo di oggi:

Fonte: Repubblica

Categorie
News
Claudia Bighi

Redattrice, Ufficio Stampa e Gestione Social per ATL, su cui scrive e sdrammatizza. Dal 1990 abusa di pasticche di Cinema ma ha sempre rifiutato il rehab.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua