Kill Bill 3, Quentin Tarantino: “È nei miei piani”

Il regista fa sognare i fan...
kill bill 3

Di recente eravamo tornati a parlare di Kill Bill 3, un progetto da tempo vociferato e mai realizzato.

A luglio, infatti, Quentin Tarantino dichiarava: “Io e Uma Thurman ne abbiamo parlato. Ad essere sinceri, ci sto pensando da un bel po’. Se proprio dovessi girare un sequel di uno dei miei film, allora questo sarebbe Kill Bill 3″.

Oggi, intervistato da Andy Cohen, è tornato ad aggiornarci:

“Proprio ieri sera ho cenato con Uma Thurman. Eravamo in un ristorante giapponese molto figo. So cosa vorrei fare in Kill Bill Vol. 3. Ed è proprio quello il punto, capire l’idea alla base del film. Cosa è successo alla Sposa? E cosa voglio mettere in scena adesso? Non mi interessa raccontare un’avventura ridicola. Questo personaggio non se lo merita. La Sposa ha già combattuto a lungo e faticosamente. Ora ho un’idea che potrebbe essere interessante, ma comunque non lavorerei a questo film nell’immediato. Ci vorrebbero almeno tre anni a partire da questo istante. Ma è senza dubbio nei miei piani“.

Le speculazioni intorno al film nascono da una particolare scena nel primo capitolo, quando La Sposa, interpretata dalla Thurman, uccide Vernita Green (Vivica A. Fox) davanti alla figlia di questa, Nikki. La Sposa si rivolge allora alla bambina con la celebre battuta: “Quando sarai grande, se la cosa ti brucerà ancora e vorrai vendicarti, io ti aspetterò”.

Che la trama di Kill Bill 3 sarà incentrata proprio su una Nikki ormai adulta in cerca di vendetta? Per il momento, è ancora un sogno.

Vi ricordiamo che tra gli altri progetti in cantiere il regista ha un film di Star Trek scritto da Mark L. Smith e un crossover tra Django e Zorro scritto insieme a Jerrod Carmichael. Lavorerà poi, stando alle sue dichiarazioni, ad un’opera teatrale, una serie televisiva di 5 episodi e un libro. Chiuderà la sua carriera con un decimo film. Ma su questo siamo ancora scettici.


Categorie
News
Claudia Bighi

Redattrice, Ufficio Stampa e Gestione Social per ATL, su cui scrive e sdrammatizza. Abusa di pasticche di Cinema ma ha sempre rifiutato il rehab.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua