La casa di Jack

La recensione del nuovo film di Lars Von Trier
The House That Jack Built

Arriva anche in Italia il film che ha inorridito alcuni spettatori alla passata edizione del Festival di Cannes; no, non è Solo – A Star Wars Story per fortuna ma La casa di Jack di Lars Von Trier, che arriva in Italia con due versioni differenti: quella doppiata ha dei tagli nelle scene più violente e macabre, quella in originale coi sottotitoli è intatta, o perlomeno dovrebbe esserlo, è una cosa che potrete scoprire quando e se troverete il coraggio di andare in sala. Se i tagli sono stati operati dagli stessi che hanno censurato The Wolf of Wall Street probabilmente il film durerà 155 secondi anziché minuti.

Se conoscete anche un po’ Lars Von Trier potrete facilmente realizzare che La casa di Jack è un film che difficilmente portereste le vostre famiglie a vedere. Jack è interpretato da Matt Dillon, che al netto di tutta la violenza del film regala un’ottima interpretazione. Che cos’è effettivamente “La casa di Jack” non volete davvero saperlo. Se avrete le forze, lo scoprirete arrivando fino alla fine del film.

Quel che vi basta sapere è che Jack è un ingegnere col disturbo ossessivo-compulsivo, che nel tempo libero (e ne ha molto) si diletta nell’uccidere sconosciuti. Il film è letteralmente una sequela di omicidi, è diviso in 5 capitoli (“Incidenti”, anzi) e si spazia dagli accoltellamenti agli strangolamenti alle mutilazioni ai cadaveri nelle celle frigorifere. A questo punto vi chiederete: violenza fine a se stessa o con una qualche specie di significato più alto? A distanza di una settimana dalla visione del film, chi vi scrive ha un solo consiglio da darvi: guardatelo a stomaco vuoto.

La casa di Jack
6
La casa di Jack
  • Voto
    6
Categorie
NewsRecensioni
Emanuele Paglialonga

Classe 1995, autore e sceneggiatore. Mi raccomando con questa cosa del cinema.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua