L’ora più buia

La nostra recensione di L'ora più buia, il biopic dedicato a Winston Churchill diretto da Joe Wright
ora più buia

Era novembre del 2015 e su queste pagine scrivevo uno delle mie prime recensioni per il sito. Il film era Pan di Joe Wright, lo stesso regista che qualche hanno prima aveva sfornato in ordine Orgoglio e Pregiudizio, Espiazione e Anna Karenina. È bene ricordarlo, perché quel Pan quasi costò la carriera a Wright, che dopo il flop del film aveva pensato di abbandonare il cinema. Pericolo scampato e nuovo film in sala.

Questa volta niente Capitan Uncino e Isola che non c’è (fortunatamente), ma il racconto storico dell’uomo Winston Churchill. L’uomo, perché quanto mostrato da L’ora più buia è senza dubbio la parte più umana e personale del primo ministro inglese che si frappose tra l’avanzata nazista e l’Europa. Un’indagine finalizzata comunque alla valorizzazione storica del personaggio, un “come mai ha fatto così?” che si pone domande e si da risposte attraverso uno script snello ma verboso, reso brioso e vibrante da un cast azzeccato. Diciamolo senza troppi giri di parole: Gary Oldman vincerà l’Oscar per il suo Churchill, per la sua capacità di essere Oldman anche sotto il trucco (non invasivo) senza mai sparire nel personaggio, rimanendo sempre in bilico tra l’interpretazione e l’interprete. Non solo Oldman però, perché accanto a lui sfilano un’amorevole Kristin Scott Thomas, un Ben Mendelsohn in versione regale e una Lily James vivace, in continuo contrasto con il tema dell’oscurità imperante che pervade il film.

Trattandosi di “ora più buia”, Wright ambienta il suo film nei corridoi stretti e poco illuminati dei rifugi di guerra, le sale dei bottoni in cui si decidevano le sorti di un intero continente, condendosi raramente delle “gite all’aperto”. Niente che non sia perfettamente inserito nelle dinamiche del film, finendo per consegnarci un bel ritratto di Winston Churchill dipinto quasi interamente da Gary Oldman.

L'ora più buia
7
L'ora più buia
  • voto
    7
Categorie
FeaturedNewsRecensioni
Francesco Martino

Scrivo di cinema e faccio le pubblicità.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua