L’uomo di neve

Il film di Tomas Alfredson arriva oggi nelle nostre sale
the snowman

Cosa sta succedendo alla carriera di Michal Fassbender? Ci basta una rapida occhiata ai suoi ultimi lavori per accorgersi come le ultime scelte fatte dall’attore di origini tedesche si siano rivelate tutt’altro che vincenti. Dopo il fragoroso flop (qualitativo ed economico) di Assassin’s Creed, Fassbender ci riprova immergendosi nelle gelide atmosfere della Norvegia di Jo Nesbo. Tratto dal settimo libro della saga dedicata al detective Harry Hole, L’uomo di neve è un thriller che non si prende rischi, finendo però per farsi trascinare in una spirale di piatta mediocrità. Così come in La Talpa, Tomas Alfredson riesce ancora una volta a mettere insieme un cast ricco, senza però riuscire a sfruttare nessuno dei talenti che ha in mano: Fassbender sembra svogliato, apparendo spesso privo dell’ispirazione necessaria per portare in scena un personaggio che racchiude in sé alcuni dei cliché più abusati del cinema di genere.

Messo da parte un protagonista sgradevole (e non nell’accezione positiva), L’uomo di neve ha un altro difetto, forse ancora più grande: è noioso. Lo so, potrà sembrare un’osservazione frivola, ma il vero problema del film di Alfredson è quello di non dare allo spettatore ciò che vorrebbe. Ci aspettiamo un crime con una caccia tra criminale e poliziotto, ma ci ritroviamo con una trama debole e priva di mordente in cui ci si concentra più sul passato dei personaggi che sul futuro della narrazione. Un passato che nei numerosi flashback ci regala una delle performance più comiche dell’anno, quella di un Val Kilmer così gonfio e sgraziato da sembrare una caricatura di Mickey Rourke. Dovrebbe costruire le basi sul mistero dell’assassino, ma finisce per costruire quelle sul mistero del chirurgo plastico di Kilmer. Certo, ci resta la mano ferma e rigorosa di Alfredson alla regia, ma il resto è un film che vi lascerà freddi come la neve che circonda l’Harry Hole di un Michael Fassbender bisognoso di un vero successo.

L'uomo di neve
5
L'uomo di neve
  • voto
    5
Categorie
NewsRecensioni
Francesco Martino

Nato nel 1989 è studente di Giornalismo a Roma Tre. Ha collaborato con Prismo, Vice e Dude Mag. Scrive su Serial Minds e in edicola su Il Mucchio.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua