Passengers: la folle trama che impose Ruben Ostlund prima di essere scartato alla regia

Il film con Chris Pratt e Jennifer Lawrence è finito poi nelle mani di Morten Tyldum
chris pratt

Hollywood è pieno di storie di attori che hanno rifiutato parti importanti. Ma non è questo il caso. Stavolta parliamo di un regista che ha dovuto dire addio al progetto perché… Scartato. Pare infatti che lo svedese Ruben Ostlund fosse fortemente interessato a Passengers – sci-fi con Chris Pratt e Jennifer Lawrence uscito nelle nostre sale lo scorso 30 dicembre – sebbene volesse cambiare la trama della pellicola. Ecco che cosa ha rivelato lo stesso Ostlund durante una recente intervista:

“C’era un film che avrei voluto dirigere, Passengers. Ma volevo anche cambiarne la trama. Il personaggio principale era un tizio risvegliatosi in un’astronave. Accanto a lui, in altre cabine, sua moglie e i figli. A questo punto, il dilemma: sarebbe certamente morto nella navicella perché mancavano 300 anni all’arrivo. Se avesse svegliato i bambini, anche loro sarebbero morti lì, rinunciando alla destinazione; se avesse svegliato sua moglie, avrebbe lasciato i figli senza madre. Quindi, doveva per forza svegliare un’altra donna per non rimanere solo fino alla fine dei suoi giorni. Così iniziava a scegliere la propria compagna attraverso delle immagini, come su Tinder. Ma quando ho proposto la cosa ai produttori, si sono spaventati”.

Cosa ne pensate? Sarebbe stato meglio o peggio della trama arrivata nelle sale? Intanto, vi invitiamo a leggere la nostra recensione del film diretto, alla fine, da Morten Tyldum.

Fonte: Cinema Blend

Categorie
News
Claudia Bighi

Redattrice, Ufficio Stampa e Gestione Social per ATL, su cui scrive e sdrammatizza. Dal 1990 abusa di pasticche di Cinema ma ha sempre rifiutato il rehab.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua