Pet Sematary: online le prime reazioni della stampa americana

Ottime recensioni per la trasposizione cinematografica del romanzo di Stephen King...
pet sematary

Pet Sematary, trasposizione cinematografica del celebre romanzo di Stephen King, arriverà nelle sale il 5 aprile, ma la stampa americana ha già avuto modo di visionarlo. Come di consueto, ecco apparire su Twitter alcune impressioni a caldo, e sono parecchio positive! Vi riportiamo le più significative qui di seguito:

https://twitter.com/PNemiroff/status/1107115055324299265?ref_src=twsrc%5Etfw%7Ctwcamp%5Etweetembed%7Ctwterm%5E1107115055324299265&ref_url=https%3A%2F%2Fcomicbook.com%2Fhorror%2F2019%2F03%2F17%2Fpet-sematary-premiere-first-reactions-stephen-king%2F

Di seguito la sinossi ufficiale:

Tratto dal romanzo di Stephen King, Pet Sematary segue il dottor Louis Creed (Jason Clarke) che, dopo essersi trasferito da Boston al Maine con sua moglie Rachel (Amy Seimetz) e i due piccoli figli, scopre un misterioso cimitero nascosto nella foresta nei pressi della nuova casa. Dopo una tragedia, Louis si rivolge al suo strano vicino, Jud Crandall (John Lithgow), dando il via a una serie di pericolosi eventi che scatenano una forza imperscrutabile con conseguenze terribili.

Il romanzo era già stato trasposto in film nel 1989, nella pellicola diretta da Mary Lambert e uscita in Italia con il titolo Cimitero Vivente.

A prendere le redini del progetto Paramount, ricordiamo, la coppia di registi Kevin Kolsch e Dennis Widmyer (autori dell’horror Starry Eyes): la sceneggiatura di questa nuova versione di Pet Sematary è stata scritta da Jeff Buhler e David Kajganich. Alla produzione Lorenzo di Bonaventura e Mark Vahradian.

Qui il nuovo trailer.

Categorie
News
Claudia Bighi

Redattrice, Ufficio Stampa e Gestione Social per ATL, su cui scrive e sdrammatizza. Dal 1990 abusa di pasticche di Cinema ma ha sempre rifiutato il rehab.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua