Robert Pattinson è un grande attore ed è ora di rendercene conto

5 titoli imperdibili per riscoprire uno degli interpreti più talentuosi della sua generazione, ancora marchiato a sangue da una saga adolescenziale...
robert pattinson

Lanciato da una saga adolescenziale e accolto a braccia aperte dal cinema indipendente, Robert Pattinson ha dimostrato di essere uno degli attori più versatili e talentuosi della sua generazione. L’interprete londinese compie oggi 34 anni, ma nonostante collaborazioni con alcuni importanti registi e performance da fuoriclasse, in molti lo accostano ancora al “vampiro glitterato” di Twilight.

Non si può comunque biasimare del tutto il pubblico. La maggior parte dei titoli indie e più raffinati a cui Pattinson ha partecipato non sono stati distribuiti in Italia o non hanno avuto il clamore mediatico di un qualsiasi blockbuster. Il tempo, come sappiamo, rimedierà a questa falla: l’attore ha in programma due pezzi da novanta, ovvero Tenet di Christopher Nolan e soprattutto The Batman di Matt Reeves, dove interpreterà il Cavaliere Oscuro. Un ritorno al cinema mainstream che potrà confermare (o smentire, ma ci crediamo poco) il suo incredibile talento e permettere al pubblico generalista di apprezzarlo.

Ecco 5 film imperdibili che vi faranno ricredere su Robert Pattinson già da ora.

Cosmopolis, di David Cronenberg (2012)

Girato durante il periodo Twilight, rappresenta il debutto di Pattinson nel panorama autoriale. L’azzardo di Cronenberg si rivelò una scommessa vinta: l’attore riuscì ad esprimere al meglio l’inquietudine, la paranoia e l’introspezione del suo personaggio, dando modo alla critica internazionale di notarlo e di puntare qualche soldo sul suo futuro.

The Rover, di David Michôd (2014)

Il film distopico dell’australiano Michôd – con cui l’attore lavorerà anni dopo ne Il Re – permette a Pattinson di esplorare un territorio carissimo a tutti gli interpreti: quello della disabilità mentale. Il suo personaggio è un ragazzo ingenuo, sensibile, non pienamente capace di intendere e di volere, vittima degli eventi e del mondo violento che lo travolge.

Good Time, di Josh e Benny Safdie (2017)

Probabilmente, la prima prova da fenomeno assoluto. Il film dei fratelli Safdie è una vera e propria rinascita per Pattinson. Folle, psichedelico, ma al contempo estremamente drammatico e profondo, l’attore scompare dietro al suo personaggio in una corsa contro il tempo e contro la legge. Imperdibile.

High Life, di Claire Denis (2018)

Pattinson è qui protagonista solitario di un raffinato dramma esistenziale, mascherato da sci-fi. Il capolavoro di Claire Denis permette infatti all’attore di mettere in scena due dilemmi fondamentali dell’uomo: il tempo e la morte. La recitazione è minimale, introspettiva, di una naturalezza estrema. Riesce difficile credere che lo stesso attore, solo un anno prima, aveva invece recitato nell’eccessivo e pazzoide Good Time (vedi sopra).

The Lighthouse, di Robert Eggers (2019)

La definitiva consacrazione di Robert Pattinson, un film che avrebbe tranquillamente potuto condurlo alla prima nomination all’Oscar (mancata forse sia a causa di un’annata veramente gloriosa per le performance maschili e sia per la natura “di nicchia” della pellicola). Il viaggio di Ephraim Winslow comincia silenzioso, per poi cadere nel baratro della pazzia e della paranoia. Un’immedesimazione completa tra attore e personaggio che ha permesso a gran parte della critica di designarlo come l’erede di Daniel Day-Lewis – e in alcune inquadrature gli somiglia sul serio.

E voi in quale film lo avete preferito? Ditecelo nei commenti!

Categorie
NewsRubriche
Claudia Bighi

Redattrice, Ufficio Stampa e Gestione Social per ATL, su cui scrive e sdrammatizza. Dal 1990 abusa di pasticche di Cinema ma ha sempre rifiutato il rehab.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua