RomaFF12: Detroit

Le sanguinose rivolte di Detroit del 1967 nel film con con John Boyega, in selezione alla Festa del Cinema di Roma
detroit

Dopo “The Hurt Locker” e “Zero Dark Thirty”, con “Detroit” Kathryn Bigelow continua a portare sul grande schermo eventi storici che hanno segnato in maniera indelebile la moderna cultura americana. Ispirato a fatti realmente accaduti, “Detroit” racconta i sanguinosi scontri tra la comunità afroamericana e le forze dell’ordine, avvenuti nella città dello Stato del Michigan nel 1967.

Con uno stile di impronta documentaristica, caratterizzato dall’utilizzo della macchina a mano,  la Bigelow ci fa rivivere quel senso di caos e di violenza che hanno segnato le strade di Detroit in quegli anni, riuscendo a portare lo spettatore dentro il film e facendogli provare i sentimenti di cui trasudano i suoi personaggi: rabbia, umiliazione e paura.

Dopo aver tratteggiato il terribile quadro di una città devastata dagli incendi, dalle devastazioni e dai saccheggi, la pellicola si addentra nel celebre episodio dell’Algiers Motel, dove un gruppo di ragazzi neri, insieme a due ragazze bianche, furono torturati da un gruppo di sadici poliziotti, poiché accusati di aver sparato contro di loro.

“Detroit” mette in scena il gioco dei ruoli di guardie e prigionieri, con i primi che attuano soprusi e giochi manipolatori sui secondi, mantenendo sempre alta la tensione tra gli schieramenti grazie al  montaggio adrenalinico caratteristico della Bigelow. Permane nello spettatore un sentimento claustrofobico e di impotenza, incrementato dal fatto che gran parte della pellicola è ambientata all’interno di un appartamento e dalle numerose inquadrature ravvicinate sui volti dei personaggi. Oltre alla tematica razziale, emerge  l’intento della regista di voler indagare anche le dinamiche psicologiche che si mettono in moto nell’animo della vittima e del carnefice.

“Detroit” è un film in grado di far contorcere lo spettatore sulla propria poltrona, più per la questione morale che per la violenza che vi è rappresentata.

 

 

 

Detroit
7
Detroit
  • Detroit
    7
Categorie
FeaturedNewsRecensioni
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

  • borg mcenroe

    RomaFF12: Borg McEnroe

    Dalle locandine in giro per la città Borg McEnroe si prospettava come una variante di Rush (Ron Howard, 2013) sul tennis. La previsione si è rivelata piuttosto veritiera, tranne...
  • the only living boy in new york

    RomaFF12: The Only Living Boy in New York

    Sullo sfondo della New York perbene, quella degli ambienti letterari e artistici, Marc Webb colloca il triangolo amoroso tra Thomas, un ventenne spaesato che non sa cosa fare nella...
  • una questione privata

    RomaFF12: Una questione privata

    Nonostante lo sciopero e la pioggia imminente, il secondo giorno della Festa del Cinema di Roma è iniziato, e noi non siamo ancora impazziti. Questo però non è un...
  • Hostiles

    RomaFF12: Hostiles

    “Nella sua essenza, l’anima americana è dura, solitaria, stoica e assassina. Finora non si è mai ammorbidita“. Quella di D.H. Lawrence non è solo una citazione, ma un monito...

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua