RomaFF12: Stronger

Dalla Festa del Cinema di Roma, la nostra recensione di Stronger, il film con protagonista un eccezionale Jake Gyllenhaal
Stronger

Dopo Boston – Caccia all’uomo di Peter Berg, il cinema torna a parlare ancora una volta degli attentati che colpirono la città americana il 15 aprile 2013. Stronger non ci porta però dalla parte delle forze dell’ordine, ma da quella delle vittime, anzi della vittima. Dopo l’amputazione di entrambe le gambe a causa delle ferite riportate, Jeff Bauman divenne infatti una sorta di eroe nazionale, simbolo non solo della tenacia e della forza di volontà (il Boston Strong tanto ripetuto nel film), ma anche pedina essenziale nella cattura di uno dei due attentatori.

Il film di David Gordon Green parla ovviamente dei risvolti umani e psicologici che hanno travolto Bauman, trovando in Jake Gyllenhaal un interprete eccezionale, capace di restituire il calvario di Bauman fino all’ultimo grido di dolore in una performance che unisce il lavoro fisico e quello psicologico dell’attore. La vicenda di Bauman è raccontata con occhio imparziale, tratteggiando il carattere immaturo e puerile di un uomo costretto a fare i conti con un cambiamento inaspettato e tremendo. Accanto a lui c’è poi una famiglia ingombrante, “rozza” in pieno stile bostoniano e rifugio poco sicuro del protagonista. Come ogni grande dramma americano ovviamente non manca la retorica, qui presente soprattutto grazie alla storia d’amore tra Bauman ed Erin (Tatiana Maslany), vero motore emotivo della vicenda. Se l’amore è il motore che muoverà il protagonista verso la consapevolezza di quanto accaduto, dall’altro spinge sempre di più il film di Green verso il già visto, finendo per lanciarlo in un universo fatto di momenti facili in cui si perde la dimensione intima della vicenda, trasformando Stronger in un affresco dell’american hero che potrebbe far storcere il naso a qualcuno.

Perfetto per il grande pubblico, Stronger è la storia di riscatto e velato patriottismo che potrebbe finalmente lanciare Jake Gyllenhaal verso gli Oscar. Per noi, invece, è l’ennesima dimostrazione dell’enorme talento di un attore troppo spesso sottovalutato.

 

Stronger
7
Stronger
  • voto
    7
Categorie
NewsRecensioni
Francesco Martino

Scrivo di cinema e faccio le pubblicità.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua