RomaFF12: Una questione privata

Dalla Festa del Cinema di Roma, la recensione del nuovo film di Paolo e Vittorio Taviani con Luca Marinelli
una questione privata

Nonostante lo sciopero e la pioggia imminente, il secondo giorno della Festa del Cinema di Roma è iniziato, e noi non siamo ancora impazziti. Questo però non è un diario come quello che avete letto durante Venezia: non è proprio un diario. È la recensione del nuovo film dei Fratelli Taviani, Una questione privata.

Accontentatevi. È stata la prima proiezione del mattino, e durando poco meno di 90 minuti per fortuna è anche finita durante il mattino. Il film ha come protagonista Luca Marinelli, coadiuvato da Lorenzo Richelmy e Valentina Bellè, ed è tratto dall’omonimo testo letterario di Beppe Fenoglio. I protagonisti sono partigiani, ma la questione privata è di cuore: Milton (Marinelli) amava Fulvia (Belle’), ma un altro partigiano se l’è portata via… o meglio: era arrivato dove Milton aveva probabilmente solo sognato di arrivare. Milton stava in disparte, scriveva lettere e guardava gli altri divertirsi. I momenti di letizia sono tutti flashback di pochi anni prima: al tempo presente (siamo durante la Resistenza), Milton cerca “vendetta”. O, perlomeno, un chiarimento.

Che Marinelli sia bravo non lo scopriamo oggi: potrebbe sembrare superfluo ribadirlo, eppure mai come in questo caso un film si regge sulle spalle dell’attore protagonista. Il problema principale del film risiede a livello di messa in scena: come fiction di Rai 1 sarebbe stata perfetta. C’è una nebbia posticcia, le botte che gli attori si danno sono palesemente finte, c’è una scena in cui Milton ritrova fugacemente i suoi genitori per una braccio coreografata in maniera imbarazzante. In aggiunta a ciò, neanche a livello di scrittura e di adattamento si è andati oltre la trasposizione dei dialoghi così come potevano essere stati pensati è scritti più di cinquant’anni fa.

Una questione privata è un film fuori dal tempo, almeno da quello presente. Noi invece siamo dentro il tempo, dentro la Festa, e impazziremo ogni giorno di più.

Una questione privata
5
Una questione privata
  • voto
    5
Categorie
FeaturedNewsRecensioni
Emanuele Paglialonga

Classe 1995, autore e sceneggiatore. Mi raccomando con questa cosa del cinema.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua