RomaFF13: Se la strada potesse parlare

La nostra recensione di Se la strada potesse parlare, il nuovo film di Barry Jenkins presentato alla Festa del Cinema di Roma
If Beale Street Could Talk Se la strada potesse parlare

Solamente una manciata di anni fa, uno sconosciuto Barry Jenkins approdava alla Festa del Cinema di Roma da sconosciuto con il suo Moonlight, segnando l’inizio di un percorso che pochi mesi dopo l’ha portato sul palco del Dolby Theatre in quello che ormai è diventato uno dei momenti più famosi della storia degli Oscar. Jenkins torna quindi nella Capitale per presentare il suo nuovo lavoro con un misto di curiosità e ansia del tutto lecite per un regista del suo calibro.

Tratto dal romanzo di James Baldwin, Se la strada potesse parlare ci portare nella Harlem degli anni ’70, nella Beale Street culla della cultura black americana. Qui Jenkins racconta la storia di Tish e Fonny, una giovanissima coppia (18 anni lei e 22 lui) sconvolta dall’arresto del ragazzo per un’accusa di stupro che non sembra stare in piedi. Lo stupro, così come tante altre cose disseminate nel film, servono al regista per raccontare la condizione di una comunità in perenne bilico tra la vita e il baratro, con le ingiustizie e le prepotenze delle forze dell’ordine che pendono sulle loro teste, come una spada pronta a cadere.

Così come in Moonlight, Jenkins preferisce però parlare dell’umanità e dei rapporti tra i suoi personaggi, grandi nuclei famigliari pronti ad aiutarsi nelle difficoltà, storie d’amore ed affetti in una realtà che ti incattivisce. Andare avanti per mantenere viva la scintilla della speranza. Privo della potenza di Moonlight, Se la strada potesse parlare è comunque un passo avanti nella filmografia di Jenkins, che qui riutilizza e migliora alcuni dei suoi tratti distintivi, dimostrando un occhio ed una maturità artistica da fare invidia a molti suoi colleghi.

Se la strada potesse parlare
8
Se la strada potesse parlare
  • voto
    8
Categorie
NewsRecensioni
Francesco Martino

Scrivo di cinema e faccio le pubblicità.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua