Roman Polanski: la Corte suprema polacca dice no all’estradizione

È notizia di oggi la scelta della Corte suprema polacca di negare l'estradizione negli Stati Uniti al regista Roman Polanski
Roman Polanski

La Corte suprema polacca ha confermato il no del tribunale di Cracovia ad estradare il regista Roman Polanski negli Stati Uniti qualora rientrasse in Polonia. La decisione era attesa da ottobre, dopo che lo scorso maggio il ministro della giustizia polacco Zbignew Ziobro aveva presentato ricorso contro la decisione del tribunale di Cracovia, pronunciatosi contro l’estradizione del regista già ad ottobre del 2015.

La richiesta dell’estradizione era arrivata in Polonia due anni fa, quando il regista era stato ripreso dalle tv durante la cerimonia di inaugurazione del Museo dedicato alla storia degli Ebrei. Attualmente Polanksi è ricercato per lo stupro nel 1977 di Samantha Gailey, all’epoca minorenne.

Fonte: Ansa

Categorie
News
Francesco Martino

Scrivo di cinema e faccio le pubblicità.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua