Shang-Chi: il primo cinecomic Marvel dedicato ad un supereroe asiatico trova un regista!

Il film non ha ancora una release...
shang-chi

Shang-Chi arriverà nel Marvel Cinematic Universe! Dopo il grande successo di critica e di pubblico ottenuto con Black Panther – primo cinecomic interamente incentrato sulla cultura africana – la Casa delle Idee starebbe pensando di portare sullo schermo un supereroe asiatico. Alla sceneggiatura è attualmente a lavoro Dave Callaham già dietro Wonder Woman 1984 per la DC e Spider-Man: Un Nuovo Universo. 

Stando a quanto riportato da Deadline, i Marvel Studios avrebbero già trovato un regista: Destin Daniel Cretton, a sua volta asiatico-americano e già dietro a titoli come Short Term 12 e Il castello di vetro.

Qui qualche info sul personaggio da Wikipedia:

Spesso chiamato “Maestro del Kung-Fu” (Master of Kung-Fu), Shang-Chi si serve della sua straordinaria abilità nelle arti marziali, in particolare nel wushu, sia in combattimento disarmato sia armato, compreso l’uso di bastone gun, nunchaku e jian per combattere il male e in particolare suo padre Zheng Zu (in origine chiamato Fu Manchu). In seguito, unendosi ai Vendicatori, Shang-Chi ottiene il potere di creare innumerevoli duplicati di se stesso. Shang-Chi è un esperto di arti marziali cinesi e possiede un’elevata abilità nel combattimento corpo a corpo, sebbene non sia minimamente al livello di Pugno d’acciaio. Le sue capacità fisiche sono ai vertici della perfezione umana ed è definito da alcuni come uno dei più grandi combattenti a mani nude ed esperto di kung-fu vivente. Gran parte delle sue doti fisiche sembrano derivare dalla sua maestria nel ki (氣), che spesso gli permette di superare le limitazioni fisiche di un normale atleta. I suoi riflessi sono tanto sviluppati da permettergli di schivare persino le pallottole di mitragliatrici e fucili di precisione, nonché di deviare colpi di pistola coi suoi bracciali. Shang-Chi è inoltre altamente addestrato nelle arti della concentrazione e della meditazione ed è un esperto nell’uso di armi bianche quali spade, bastoni kali, nunchaku, sai e shuriken.

Categorie
News
Claudia Bighi

Redattrice, Ufficio Stampa e Gestione Social per ATL, su cui scrive e sdrammatizza. Dal 1990 abusa di pasticche di Cinema ma ha sempre rifiutato il rehab.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua