Soldado

La nostra recensione di Soldado, il film diretto da Stefano Sollima cona Josh Brolin e Benicio del Toro
soldado

Per fermare il traffico di terroristi attraverso il confine statunitense, l’agente federale Matt Graver (Josh Brolin) dovrà fare nuovamente affidamento al misterioso Alejandro (Benicio del Toro) per sferrare l’attacco decisivo ai trafficanti di uomini che minacciano la sicurezza degli Stati Uniti. Dando un’occhiata alla sinossi di Soldado, appare subito chiaro il motivo per cui si sia deciso di affidare il film alla regia di Stefano Sollima, che entra nel mondo costruito da Taylor Sheridan dopo l’ottimo Sicario diretto da un certo Denis Villeneuve.

La storia di Soldado affonda le sue radici nei temi cari al regista italiano, lasciando più spazio all’azione e meno alla riflessione vista nel film precedente. Sollima gioca bene le sue carte, riuscendo a muoversi tra sequenze movimentate e ricche di tensione, mostrando fin da subito la volontà di realizzare il suo film. Manca appunto un carattere più ponderato, che avrebbe senza dubbio aiutato una trama che finisce per perdere le premesse iniziali e una considerevole potenza tematica.

L’aspetto più interessante di Soldado è senza dubbio la prova di Stefano Sollima, che dopo aver dimostrato il suo valore sul piccolo e sul grande schermo italiano, ben figura ad Hollywood. La speranza è quella di vederlo tornare nel nostro paese, magari dopo il rumoreggiato Call of Duty.

Categorie
NewsRecensioni
Francesco Martino

Scrivo di cinema e faccio le pubblicità.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua