Spider-Man: Far From Home – La Recensione

La nostra recensione di Spider-Man: Far From Home...
spider-man

Dopo gli eventi di Avengers: Endgame tocca a Jon Watts chiudere in bellezza la Fase 3 del Marvel Cinematic Universe, portando nuovamente sul grande schermo le avventure solitarie del suo Uomo Ragno.

Spider-Man: Far From Home deve fare fin da subito i conti con la morte di Tony Stark, raccontandola attraverso il personaggio che aveva trovato proprio in Iron Man una figura quasi paterna. Peter avrà infatti l’onere di raccogliere l’eredità dell’Avenger caduto in battaglia, mostrando così le sfaccettature di un personaggio in continua evoluzione. Ed è francamente incredibile accorgersi come uno Spider-Man profondamente diverso dalla sua versione cartacea (per genesi, ma anche per comprimari) sia diventato la sua versione più fedele per carattere ed emotività.

Sommers e McKenna mostrano una profonda conoscenza del personaggio, mettendo nelle mani di Watts una sceneggiatura che arrichisce non solo Peter, ma anche tutti i personaggi che gli gravitano intorno. Zendaya spicca come MJ, acquistando maggior spessore caratteriale e confermandosi come un’interessante rilettura della sua versione su carta. In particolare il rapporto tra lei e Peter, così come tutte le dinamiche teen presenti nel film, riescono a caratterizzare un film che vede nell’alternanza di generi uno dei suoi punti di forza.

Ma l’aspetto più interessante di Far From Home è senza dubbio la riflessione, volontaria o meno che sia, sul concetto di finzione nelle nostre vite. Le illusioni di Mysterio sono lo specchio di quello che la gente vuole vedere, il risultato di una realtà contorta che si riflette nelle menti di chi la guarda. Una manipolazione continua della realtà che si estende fino a un concetto d’attualità come le fake news.

Superiore sotto tutti i punti di vista al suo precedessore, Spider-Man: Far From Home è una degna chiusa della Fase 3, ma è soprattutto una nuova e interessante evoluzione dell’Uomo Ragno sul grande schermo. Con la speranza di vedere Tom Holland in costume ancora per tanti anni.

Categorie
FeaturedNewsRecensioni
Francesco Martino

Scrivo di cinema e faccio le pubblicità.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua