Star Wars: Il Risveglio della Forza, Chewbacca stacca un braccio a Unkar Plutt

La scena è stata poi eliminata dal montaggio finale
Star Wars

“Parlami o Musa, del Pelide Chewbacca, l’ira funesta che infinite braccia addusse a Unkar Plutt”. No, non è una versione dell’Iliade adattata da George Lucas, ma quello che potete vedere in questa scena tagliata dal montaggio finale di Star Wars: Il Risveglio della Forza.

Si tratta di un contenuto video disponibile nella 3-D Collector’s Edition Blu-ray e che finalmente avrebbe mostrato quello che Han Solo aveva solo accennato a C-P30 nell’episodio IV della saga, durante la partita a scacchi:

Lascialo perdere. Non è prudente far innervosire un wookiee.

– Ma signore, nessuno si preoccupa di non innervosire un droide.

– Questo perché i droidi quando perdono non staccano le braccia ai loro avversari. I wookiee invece sono famosi per questo.

In Star Wars: Il Risveglio della Forza, quindi, avremmo potuto vedere Chewie perdere il controllo e staccare un braccio al proprio avversario. Il malcapitato questa volta sarebbe stato Unkar Plutt, capo di Rey, reo di rendere davvero miserabile la vita della ragazza sul pianeta Jakku. Nella clip – ambientata nel castello di Maz Kanata – vediamo Rey minacciata proprio da Plutt. D’istinto la ragazza tira fuori la propria pistola, con il solo risultato di vedersela rubare dal proprio nemico. Ed è qui che entra in scena Chewbacca. Il wookie non solo riconsegna l’arma a Rey, ma già che c’è, stacca pure un braccio a Unkar Plutt.

Forse troppo distante dallo stile di film per famiglie del settimo episodio di Star Wars, questa scena è stata – purtroppo – eliminata. E voi? L’avreste lasciata?

Fonte: IndieWire

Categorie
NewsVideo
Elisa Torsiello

Inalo la polvere delle sale cinematografiche per poi tossire recensioni.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua