Star Wars: svelate alcune delle idee di Colin Trevorrow per il suo nono capitolo

Il regista era stato allontanato per alcune divergenze creative...
star wars: the rise of skywalker

Prima che la Lucasfilm scegliesse J.J. Abrams, era Colin Trevorrow il nome designato per dirigere il nono capitolo della saga di Star Wars. Il regista di Jurassic World, rimosso dall’incarico per divergenze creative, aveva comunque iniziato a lavorare al progetto, sviluppando una serie di idee e rivelazioni che avrebbe incluso nel film.

Oggi è Making Star Wars a rivelare alcuni dettagli sul film, facendo luce sull’origine delle divergenze tra il regista e lo studio. Secondo il sito l’ultimo atto del film non si sarebbe svolto sulla Morte Nera, ma nella casa di famiglia dei Solo in un combattimento in cui un Kylo redendo avrebbe usato i suoi poteri per salvare Rey.

Il legame tra i due personaggi sarebbe stato anche al centro del passato di Rey, lasciato in sospeto dopo Gli Ultimi Jedi. Trevorrow aveva infatti pensato di rendere la madre di Rey l’ex tata di Ben Solo, creando così un passato in cui i personaggi di Daisy Ridley e di Adam Driver avevano un forte legame d’amicizia. Non è però chiaro come sarebbe stato possibile giustificare il vuoto di memoria di entrambi i personaggi. Non sono chiari nemmeno i motivi dietro la fine dell’amicizia tra i due, ma secondo il sito i genitori di Rey avrebbero combattuto nella Battaglia di Jakku, probabilmente costringendoli a partire.

I piani del Primo Ordine non avrebbero incluso il ritorno di Palpatine, ma una sottotrama che avrebbe coinvolto la cancellazione della memoria e la riprogrammazione di questa. Niente Imperatore appunto, ma sia Lando che Leia avrebbero fatto parte del film. Il personaggio di Carrie Fisher sarebbe morto nel film dopo la tragica scomparsa dell’attrice, ma prima della sua dipartita avrebbe finalmente impugnato una spada laser.

Categorie
News
Francesco Martino

Scrivo di cinema e faccio le pubblicità.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua