Suicide Squad 2: James Gunn in trattative per scrivere e dirigere il film

Ovvero la notizia bomba che stanotte non ci farà dormire
suicide squad 2

Sembra una ripicca da manuale e di fatti, forse, potrebbe esserlo.

Dopo il licenziamento di James Gunn – avvenuto per quei cinici tweet postati anni e anni fa – da parte della Disney e dei Marvel Studios, pare che la Warner Bros. abbia messo gli occhi sul regista vagante e che lo voglia non solo per scrivere il sequel di Suicide Squad, ma anche per dirigerlo.

Un bel colpo sferrato dalla diretta concorrente del MCU che vedeva in Gunn uno dei suoi registi di punta, grazie alla geniale trasposizione cinematografica della banda di eroi più strampalata del mondo dei fumetti, i Guardiani della Galassia. Il regista avrebbe dovuto a breve girare il Vol. 3 del franchise che adesso, salvo plot twist fino ad ora altamente improbabili, è in cerca di un degno sostituto (se mai lo vedremo realmente sullo schermo).

In Suicide Squad 2 dovrebbero tornare Margot Robbie, Will Smith e Jared Leto. Secondo alcuni rumor, il film potrebbe introdurre il villain Black Adam. Stando ad alcune fonti, l’approccio di Gunn sarà “del tutto nuovo e la pellicola non sarà un sequel”. Le notizie sono veramente pochissime. Molti di voi ricorderanno che Gavin O’Connor era stato menzionato come regista di Suicide Squad 2 ma ha preferito abbandonare la nave per dedicarsi alle riprese di Has Been accanto a Ben Affleck. O’Connor ha tuttavia scritto una prima sceneggiatura insieme a Todd Stashwick.

Come sarà passare da Gamora ad Harley Quinn? Lo sapremo presto. Sempre che Gunn firmi, sancendo uno degli smacchi più clamorosi della storia del cinema. Qui potete rinfrescarvi la memoria leggendo la nostra recensione del primo Suicide Squad, diretto da David Ayer.

Fonte: The Wrap

Categorie
FeaturedNews
Claudia Bighi

Attrice e autrice, scrive per sdrammatizzare. Dal 1990 abusa di pasticche di Cinema ma rifiuta il rehab.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua