Suicide Squad: un personaggio di Justice League sarebbe dovuto essere il villain del film

La conferma è arrivata da David Ayer tramite Twitter
the Suicide Squad 2 jaume

A distanza di anni dalla sua uscita nelle sale, e in attesa del suo sequel, si torna a parlare del discussissimo Suicide Squad, il cinecomic DC diretto da David Ayer con Margot Robbie e Will Smith. Interpellato su Twitter, il regista ha svelato un interessantissimo retroscena sul film, confermando un vecchio rumor che voleva Steppenwolf come villain originale del film.

Nella prima stesura dello script, l’Incantratrice finiva sotto l’influsso di una delle Mother Box, mentre Steppenwolf sarebbe stato il “villain finale” contro cui si sarebbe battuta la Task Force X nel finale del film. Un’idea senza dubbio interessante, che avrebbe ricollegato il film a Justice League e all’arrivo di Darkseid.

Le cose sono però cambiate quando Zack Snyder ha deciso di dividere in due parti il film sulla Justice Legue, inserendo Steppenwolf come villain della prima porzione. Un’idea poi naufragata, visto che il cinecomic è arrivato in sala come un unica pellicola e soprattutto senza alcuna traccia di Darkseid.

Vi ricordiamo che al momento è in sviluppo un sequel di Suicide Squad con James Gunn (ex-regista di Guardiani della Galassia 1 e 2) incaricato di scriverlo e dirigerlo. Margot Robbie tornerà a vestire i panni di Harley Quinn in Birds of Prey, il cinecomic DC attualmente in pre-produzione.

 

Categorie
News
Francesco Martino

Scrivo di cinema e faccio le pubblicità.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua