The Departed: ecco la folle petizione per modificare un piccolo particolare del film di Scorsese

A molti spettatori non è andata giù una metafora "scontata" presente nella pellicola...
The Departed

The Departed è sicuramente uno dei film più amati dai fan di Martin Scorsese, anche perché è stato l’unico in grado di far agguantare al grande cineasta il Premio Oscar. Tuttavia, a distanza di 12 anni dall’uscita della pellicola, molti fan rimuginano su una scena in particolare e non vedono l’ora di modificarla. La petizione lanciata online su Kickstarter dall’utente Adam Sacks è a dir poco folle, ma vogliamo segnalarvela.

Ricordate la scena in cui il Sergente Dignam (Mark Wahlberg) uccide Colin Sullivan (Matt Damon) e poi l’inquadratura si sposta sulla finestra, dove appare un topo che attraversa il balcone dell’appartamento? Ebbene, la presenza dell’animaletto, metafora dei doppiogiochisti, è stata considerata dai fan troppo scontata e per questo da eliminare.

L’obiettivo è quello di comprare il Blu-Ray e di estrarre da esso il formato digitale. Successivamente, verrà assunto l’esperto Ed Mundy per togliere i frame incriminati e per stampare la nuova versione in 35mm. Poi si creeranno i vari file digitali e i Blu-Ray, da inviare a una cinquantina di persone. Adam ha raggiunto attualmente 3.660 dollari sui 4.000 previsti. I giorni a disposizione sono ancora 28, quindi non è stato l’unico folle a pensare che fosse giusto mettere mano a The Departed

Cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Categorie
News
Claudia Bighi

Redattrice, Ufficio Stampa e Gestione Social per ATL, su cui scrive e sdrammatizza. Dal 1990 abusa di pasticche di Cinema ma ha sempre rifiutato il rehab.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua