Unsane

La recensione del thriller psicologico diretto da Steven Soderbergh
Unsane

È tornato il prolifico Steven “tutto fare” Soderbergh al cinema con il suo secondo film dell’anno, a distanza di qualche mese dal precedente La truffa dei Logan, anche se stavolta si è superato: nel senso che, oltre ad essere come sempre regista, montatore e direttore della fotografia dei suoi stessi film, per questo Unsane, thriller psicologico con Claire Foy protagonista, ha usato uno strumento inusuale; ha girato il film con un iPhone 7.

La recensione potrebbe finire anche qui, perchè oltre questa scelta stravagante, Unsane è un thriller piuttosto standard: Claire Foy è una vittima di stalking rinchiusa in una clinica con quello che sembra essere il suo stalker…O forse no? La pellicola di Soderbergh gioca molto con questo twist, ma lo fa fino a metà film e cioè quando tutte le carte vengono messe sul tavolo. Da lì in poi, non diciamo che Unsane diventi un b movie, ma quasi. Per lo meno ne rifà il verso in certi momenti. La trama quindi lascia un po’ il tempo che trova e ci sono vari elementi gettati a caso: Juno Temple che interpreta una tossica che rende ancora di più insopportabile la permanenza nella clinica della protagonista Sawyer Valentini (ma che nome è?); Jay Pharoah che non si capisce bene se è davvero un paziente o un giornalista sotto copertura (a cui poi si ricollega un finale che sembrava fatto per un film diverso).

L’uso di un telefono per girare il film rende Unsane stranamente divertente, con inquadrature claustrofobiche più che adatte alla storia che racconta, ma oltre questo il nuovo film di Steven Soderbergh è un thriller come un altro, senza quella marcia in più che ti aspetteresti da un regista del genere.

 

Unsane
5
Unsane
  • 5
Categorie
NewsRecensioni
Davide Merola

Classe '95. Affamato più di serie tv, ma costantemente perso tra i film anni '80 e quelli del Sundance. Ce la mette tutta per sembrare serio.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua