Venezia 74, Day 9: Brutti e Cattivi

Il nono giorno della Mostra del Cinema di Venezia
Brutti e cattivi

Ieri pomeriggio abbiamo recuperato Gatta Cenerentola, in Orizzonti a Venezia 74,  film d’animazione italiano (napoletano, per la precisione). Il progetto è particolarmente interessante: una favola dark in gran parte ambientata su una nave da crociera. C’è un omicidio, un’importante patrimonio ereditabile solo attraverso matrimonio. I pochi personaggi positivi sono messi a dura prova. No, non è Game of Thrones. Ricorda molto anzi i film d’animazione di Detective Conan. Bravi i doppiatori, Alessandro Gassman Massimiliano Gallo. Dieci all’anno bisogna farne.

Oggi ci siamo sottoposti al film di 18o minuti, Mektoub, My love: Canto Uno di Abdellatif Kechiche, il regista de La vita di Adele. In concorso per Venezia 74, il film era molto atteso ma anche parecchio temuto per la sua durata. Indubbiamente qualcosa si sarebbe potuto tagliare, anche ridurlo a due ore e mezza anziché tre non sarebbe stato certo un crimine contro l’umanità. Considerato che è previsto anche un Canto 2, quindi un sequel.

Al di là delle temporali questioni, Canto Uno è ottimo, scorre senza annoiare, trascinando lo spettatore nell’estate del 1994, fra spiagge, discoteche, giovani che fanno all’ammore… e agnelli che partoriscono. Ma soprattutto giovani che fanno all’ammore. E corpi femminili. 1994… Silvio Silvio…

Al Lido è arrivato anche l’amico di grandi e piccini, Giacomo Poretti, per presentare un suo cortometraggio assieme al cantautore Davide Van De Sfroos. Giacomino, sempre con queste americanate…

Recupereremo a breve Brutti e Cattivi e ne parleremo domani, il nostro ultimo giorno di copertura della Mostra del Cinema di Venezia. Non parleremo solo di quello, chiaramente.

Chi vincerà il Leone d’Oro? Chi rientrerà nel palmarès? Lo scopriremo solo vivendo. Sarebbe un mondo bellissimo se vincesse qualcosa Ammore e Malavita e un mondo onesto se premiassero (cosa in realtà probabile) il meraviglioso The Insult. 

Grazie ancora per averci seguito e mi raccomando con questa cosa di Gastani Frinzi.

Categorie
News
Emanuele Paglialonga

Classe 1995, autore e sceneggiatore. Mi raccomando con questa cosa del cinema.
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua