Venezia 75: Natalie Portman è un’inquieta popstar in Vox Lux

L'attrice presenta alla stampa Vox Lux, ritratto in chiave pop della società odierna.
Venezia 75 Day7

E il settimo giorno arrivò Natalie Portman. L’attrice Premio Oscar sbarca al Lido per presentare Vox Lux, il nuovo film del regista Brady Corbet, vincitore del Leone del futuro 2015 e premiato come miglior regista nella sezione Orizzonti per L’infanzia di un capo.

Vox Lux segue le vicende di Celeste, un’adolescente sopravvissuta a un attentato nella sua scuola, ma dalla cui tragedia coglie l’opportunità di diventare una popstar. Il film abbraccia un arco di tempo di diciotto anni, dal 1999 al 2017, tracciando un quadro degli eventi culturali che hanno influenzato lo stile della vita occidentale.

Ho cercato di fare una cronaca degli episodi che hanno definito questo secolo, senza essere pedagogico. E’ una semplice riflessione su quello che abbiamo passato negli ultimi vent’anni. Viviamo in un’epoca di ansia, quindi il film testimonia questo”, ha affermato il regista in conferenza stampa.

Un periodo storico visto attraverso lo sguardo di una ribelle popstar, che ha il volto della Portman, la quale ha dichiarato: “Ho amato vestire i panni di Celeste. È sempre stato il mio sogno interpretare una popstar. Per questo ruolo, ho dovuto guardare molti documentari sui cantanti e ho lavorato con mio marito sulle coreografie”.

Il film mette in scena anche il travagliato legame di Celeste con la sorella, interpretata da Stacy Martin. Sul questo ruolo, ha affermato: “È il punto di riferimento di Celeste. Nella scena dell’ospedale si dona alla sorella. È un impegno che si è presa e che definisce tutto il suo carattere. Prendersi cura di lei è una decisione d’amore”.

La volontà di inquadrare l’attuale periodo storico ha comportato anche il dover parlare dei sempre più frequenti massacri scolastici negli Stati Uniti, tema con cui si apre il film. “Non è un messaggio alla politica delle armi. È un ritratto della nostra società, frutto del mix tra la cultura pop e la violenza. Spero che la gente riconosca, attraverso questo film, i problemi che dobbiamo affrontare”, ha precisato la Portman.

Vox Lux vanta nella colonna sonora dei brani composti dalla cantante Sia, vincitrice di numerosi Grammy. Corbet commenta così l’incontro: “Non avrei potuto chiedere una collaborazione migliore. Sia scrive per numerosi artisti e la sua musica è un amalgama di elementi fittizi e reali. È stato bellissimo averla con noi”.

Categorie
FeaturedNews
Nessun Commento

Rispondi

*

*

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua