Venezia 75: “Da piccolo, ho inseguito Dario Argento in un ristorante”. Luca Guadagnino presenta Suspiria

Luca Guadagnino, accompagnato da Dakota Johnson, Tilda Swinton e Chloë Grace Moretz, presenta a Venezia il tanto atteso remake del film del 1977
suspiria

Molti applausi e alcune facce sconvolte. Queste sono state le reazioni all’anteprima stampa di Suspiria, l’attesissimo nuovo film di Luca Guadagnino, ispirato all’omonima opera di Dario Argento.

Alla corte dello stimato regista italiano, un gruppo di attrici internazionali: Dakota Johnson, Tilda Swinton, Chloë Grace Moretz e Jessica Harper. Insomma, l’attenzione è tutta su di loro, oggi,  intervenute in conferenza stampa per parlare del film.

Lavorare con Luca è stato incredibile. La mia parte è molto piccola, ma è stata una bella occasione. Era aperto alle mie idee, le accettava e aggiungeva sempre qualcos’altro”. Così, la Moretz ha commentato il suo rapporto con il regista.

È la seconda volta che lavoro con Luca, quindi mi sono sentita molto sicura. Ci conosciamo bene, perciò mi sento di poter fare qualsiasi cosa con lui. Inoltre il film parla di cose che io adoro: le streghe, la danza, la magia. Affrontarle con questo sguardo è stato come un sogno che si è realizzato”, ha continuato la Johnson, già diretta dal regista in A Bigger Splash. Sulla voce secondo cui sarebbe andata in psicanalisi dopo la fine delle riprese, l’attrice ha dichiarato: “Non sono mai andata in psicoanalisi. Sono una persona molto porosa: assorbo i sentimenti delle persone che mi circondano. L’esperienza non è stata traumatica, ma divertente. È stato un gioco, e no, questo film non mi ha mandato in psicoanalisi. Sono umana, sono soltanto stata travolta dai sentimenti

A differenza del film del 1977, la danza ha un ruolo cruciale in questa rivisitazione: “Amo la danza come mezzo espressivo. Era importante che non fosse un orpello, ma piuttosto un linguaggio della trascendenza della magia”, ha affermato il regista, ben consapevole del fatto che sarà inevitabile un confronto con Dario Argento. Su questo ha dichiarato: “Sono un suo grande fan. Dopo aver visto Suspiria, ho visto tutti gli altri film. Vi racconto un aneddoto: quando avevo 15 anni ed ero a Palermo, qualcuno ha chiamato mia madre dicendo che c’era Dario Argento in città. L’ho trovai in un ristorante e rimasi per ore a fissarlo, aspettando che finisse di mangiare”.

Un altro autore che ha influenzato Guadagnino è stato Fassbiner, considerato un grande “creatore di personaggi femminili, mai vittime, mai sconfitti. Mettono in moto un gioco di crudeltà, ma non sono mai schiacciate”.

Il film verrà distribuito in Italia da Videa.

Categorie
FeaturedNews
Nessun Commento

Rispondi

*

*

ABOUT US

CONSIGLIATI

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy Read More, dove trovi maggiori informazioni e anche indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza dei cookie, anche di terze parti, necessari al corretto funzionamento e secondo le finalità illustrate nella Privacy Policy, dove trovi maggiori informazioni e le indicazioni su come eventualmente negare il consenso a tutti o alcuni cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

Continua